La notizia è ormai ufficiale: martedì prossimo il direttore generale Mauro Masi lascerà la Rai, con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del suo contratto. La motivazione non ufficiale della decisione? Silvio Berlusconi non sarebbe contento del suo operato.

Una scelta che appare piuttosto paradossale, considerando come Masi abbia cercato in vari modi di mettere i bastoni tra le ruote ad alcuni dei programmi di maggior successo delle reti Rai, come “Annozero” di Michele Santoro o il fenomeno dell’annata “Vieni via con me” di Fabio Fazio e Roberto Saviano.

Galleria di immagini: Silvio Forever

Nonostante tutto il buon impegno di Mauro Masi, la sua missione sarebbe quindi fallita, visto che i conduttori sopra citati, insieme a Giovanni Floris, Serena Dandini e Milena Gabanelli, sono ancora tutti al loro posto, una cosa che avrebbe creato diversi fastidi al presidente del Consiglio.

Per quanto riguarda il suo futuro, l’ormai ex dg Rai non avrà comunque di che lamentarsi, visto che su indicazione di Gianni Letta andrà a ricoprire la carica di amministratore delegato di Snam Rete Gas. Masi lascia in Rai una situazione parecchio delicata, con una cifra di circa 120 milioni di euro di indebitamento; tra i nomi che si vocifera potrebbero sostituirlo si parla ora di Lorenza Lei, attuale vice di Mauro Masi, e il consigliere del Cda Rai Antonio Verro, entrambi nomi vicini al Premier.