Per tecnologia sembra la sedia del Capitano “James. T. Kirk” dell’indimenticabile Enterprise, l’astronave della famosa serie cinematografica conosciuta in tutto il globo come “Star Trek”.

Ma è molto di più. È una poltrona tecnologica, multimediale e incredibilmente vera. Si chiama MEC e l’acronimo sta per “Multimedia Executive Chair”, ovvero poltrona multimediale per dirigenti d’azienda.

Da poco presentata al Salone del Mobile di Milano, la prima poltrona multimediale che potrebbe divertire più di qualche patito della tecnologia e fare la gioia di qualche manager esigente che non vuole telefoni sulla scrivania, fili al collo, auricolari bollenti ed esige mani libere per lavorare.

Direttamente dal Creative Lab Codutti, alla voce novità, arriva la prima e innovativa proposta di seduta multimediale per ufficio (volendo anche per casa). In realtà una vera poltrona in pelle di colore rosso in grado di interagire autonomamente con cellulari attrezzati di bluetooth e qualsiasi supporto audio, dal lettore MP3 alla chiavetta USB.

WiFi - Bluetooth

Ad osservare il modello, si scorgono due alette all’altezza delle orecchie dal design moderno che integrano un sistema audio stereofonico WiFi amplificato disegnate per limitare il riverbero e dare libertà di equilibrio ai suoni e consentire l’ascolto di telefonate con la dovuta privacy a dispetto di orecchie indiscrete nelle vicinanze.

Un microfono direzionale, vicino al display multifunzione del bracciolo, trasmette la voce distinguendone l’origine.

Tutto questo per comunicare senza fili e auricolari, lasciando libertà di movimento (restando seduti naturalmente…) durante il lavoro.

Touchscreen - Control Panel

Per fare una telefonata, rigorosamente con Bluetooth, si utilizza la consolle con display multifunzione touchscreen, utilizzata anche per gestire altri comandi, rubrica compresa, che con semplici gesti seleziona fonti audio (telefono, MP3, chiave USB o canale ausiliario), brano musicale preferito compreso. Ci sono anche altre funzioni accessorie di serie, ma non vi sveliamo tutto.

Per accenderla e spegnerla? Semplicissimo, sedetevi e rialzatevi. E non rischierete di inciampare nei cavi di alimentazione perché la poltrona cela un vano per le batterie ricaricabili.

Gli affezionati dell’iPod possono sedersi tranquillamente, è stato realizzato un attacco dedicato per il loro lettore.

Realizzata e presentata come prototipo, dalla sede riferiscono che inizialmente la produzione sarà composta da un primo lotto di sole 50 unità.

Quanto costa questo gioiello tecnologico made in Italy? Top secret, non ci sono ancora indicazioni, l’augurio è di potervelo rivelare presto.