Come abbiamo già visto, le mele sono uno dei frutti tipici della stagione autunnale, ma sono di fatto reperibili per tutto l’anno. Solo in Italia se ne contano circa 1000 varietà, mentre in tutto il mondo sono ben 7000.

Sono un alimento piuttosto economico ed estremamente facile da trovare, ottimo per preparare piatti dolci ma anche per dare gusto e aroma a piatti a base di carne o insalate un po’ particolari. Vediamo allora che uso farne in cucina.

Tra i {#dolci} più famosi a base di mele c’è la Tarte tatin, nata in Francia all’inizio del XX secolo. La preparazione di questo dolce è molto semplice, quello che vi serve è della pasta brisè o della pasta sfoglia dolce, delle mele della qualità che preferite tagliate a fette non troppo spesse, zucchero di canna e della marmellata di albicocche con cui spennellare le mele. Secondo la tradizione, questo dolce fu inventato più per caso che altro dalle sorelle Tatin, due albergatrici francesi che prese dalla fretta di sfamare gli avventori del locale, diedero vita a versione “modificata” della classica torta di mele.

Le mele al forno sono un dessert molto semplice da preparare, ma fondamentale è curarne la presentazione. Le mele vanno inserite nel forno già caldo private del picciolo e del torsolo, riempiendo la cavità di uvetta, vino rosso e noci bagnate nel miele. Potete servirle in piccole ciotole con all’interno un po’ del sugo che si sarà prodotto durante la cottura, e decorando il bordo con pezzettini di noci e miele.

L’immagine del maialino servito con in bocca una mela rimanda un po’ ai banchetti in stile medievale, ma è indiscutibile che il sapore delle mele si sposi benissimo con quello della carne. I modi per preparare questo piatto sono vari: potete cucinare un arrosto al forno e servirlo con un contorno di mele fatte bollire in vino rosso, chiodi di garofano e zucchero, oppure preparando degli spiedini di carne alternando dei pezzi di mela piuttosto spessi spennellati con aceto. Le mele si sposano molto bene inoltre con la carne bianca, come quella di tacchino.

Lo strudel di mele è un dolce tipico del Trentino Alto Adige ma che affonda le proprie origini nella tradizione culinaria turca. Prepararlo richiede tempo e una certa dose di esperienza, perché da un lato bisogna stendere la pasta sfoglia, dall’altro preparare la farcitura a base di mele tagliate sottili, uvetta messa a bagno nel rum, pan grattato tostato nel burro, cannella, zucchero e scorza di limone. Nonostante la laboriosità della preparazione, lo strudel di mele è un dolce ottimo, soprattutto se consumato tiepido accompagnato da del gelato alla crema spolverato di cannella.

Le “mele stregate” sono una delle classiche ricette di Halloween, e sono molto semplici da preparare. Basterà preparare del caramello caldo con acqua, zucchero, miele, cannella, chiodi di garofano e dando al tutto un bel colore rosso acceso con del colorante alimentare. Per una presentazione ancora più particolare, potete servire le mele su un vassoio dopo averle passate in frutta secca sbriciolata, zucchero di canna o, per i più piccoli, bottoncini di cioccolato colorati.

Le mele si sposano inoltre benissimo con il songino, il formaggio pecorino e le noci: unendo questi ingredienti potete creare una raffinata e saporita insalata, da servire accompagnata a un vasetto di miele.

Infine, se non avete tempo di preparare un dessert per i vostri ospiti ma allo stesso tempo non volete servire loro delle mele nude e crude, potete sbucciarle, tagliarle a fettine sottili, posizionarle su un piatto e metterle nel forno a microonde per un minuto a potenza massima, servendole poi ancora calde spolverate di cannella e cacao.

Fonte: Martha Stewart.