Come tutti sappiamo, la memoria è la capacità del cervello di conservare informazioni, di qualunque tipo esse siano. Dai ricordi alle parole, dalle immagini agli odori, una buona memoria può aiutare a immagazzinare tutto ciò che un individuo vive durante la propria vita.

Non si tratta, tuttavia, di una capacità che tutti sviluppano allo stesso modo e, soprattutto nelle persone anziane, è un’attitudine che può notevolmente diminuire o commettere degli errori. Esistono, però, dei cibi che possono migliorare la memoria delle persone e, dunque, aumentare l’efficienza e la potenza della materia grigia. Si tratta di alimenti comuni, reperibili ovunque e che, grazie alle sostanze nutrienti e agli antiossidanti che contengono, allontanano anche il rischio di stress, depressione e tumori cerebrali. Eccoli qui di seguito:

Galleria di immagini: Cibi che aiutano la memoria

  • Fragole e mirtilli: contengono un tipo di flavonoide, la fisetina, che può migliorare la memoria. Una recente scoperta comunica, inoltre, che sono degli ottimi alleati per combattere l’ipertensione, insieme a tutti i vegetali dalle tinte forti;
  • Uova: i tuorli contengono elevate quantità di una sostanza nutriente chiamata colina, e sono una miniera d’oro per lo sviluppo del cervello e della memoria. Per questo motivo sono molto importante per i bambini sotto i sette anni, perché il loro cervello è nelle fasi iniziali dello sviluppo. Attenzione, però, al colesterolo contenuto nelle uova;
  • Caffè: i chicchi, macinati freschi, sono ricchi di vitamine, minerali, antiossidanti e aminoacidi. Secondo diverse ricerche, l’assunzione regolare di caffè può ridurre il rischio di demenza e rallentare la crescita dei tumori cerebrali; ;
  • Salmone: come tutti i pesci grassi, è ricco di Omega-3. Questi contengono DHA, un componente essenziale del cervello che lo aiuta a trasmettere i segnali e a evitare perdite di memoria, mancanza di concentrazione o disturbi dell’umore. Nei casi più estremi, bassi livelli di DHA possono portare a depressione, schizofrenia e autismo; ;
  • Frutta secca: contiene grandi quantità di vitamina E che sono un toccasana per il cervello e che possono aiutare a prevenire la perdita di memoria tipica dell’invecchiamento. Le noci, come il salmone, sono ricche di Omega-3. Gli Anacardi contengono molto magnesio, che consente una maggiore circolazione di ossigeno nelle cellule del sangue del cervello. Le arachidi, infine, sono ricchi di colina che sostiene l’ampliamento della materia grigia.