Il mercato della seconda casa o delle case vacanza di Rapallo ha registrato una lieve contrazione delle quotazioni nella prima parte del 2012.

Sono diminuite le richieste, spesso anche perché gli acquirenti attendono opportunità migliori per investire. Hanno acquistato case vacanza negli ultimi mesi prevalentemente turisti lombardi, mentre sono diminuite le richieste dal Piemonte. In genere cercano seconde case famiglie o coppie, spesso di mezza età, che utilizzano la casa in Liguria anche nei periodi invernali e scelgono il bilocale non lontano dal mare al prezzo medio di 150 mila euro.

Quasi sempre le compravendite vengono effettuate con pagamento in contanti, senza ricorso al mutuo. Le zone più richieste dai turisti sono la parte del lungomare che si sviluppa in direzione di Zoagli, la zona del Castello di Rapallo e la zona Parco Casale, perché vicine al mare e presentano abitazioni costruite in genere tra gli anni ’50 e gli anni ’70.

Gli amatori preferiscono il Centro storico di Rapallo, dove possono acquistare abitazioni in buone condizioni anche se sprovviste di ascensore a prezzi compresi tra 3500 e 4000 euro al mq. Le tipologie fronte mare costano di più (anche 6000 euro al mq), per quelle in seconda fila i prezzi si aggirano tra 4000 e 5000 euro al mq, mentre in zona Parco Casale un buon usato si acquista con una spesa media di 3000 euro al mq.

Nell’area orientale di Rapallo, a ridosso di Corso Goffredo Mameli, i prezzi delle abitazioni sono ancora più bassi. Acquistano seconde case a Rapallo esclusivamente italiani provenienti in genere dall’Italia centro-settentrionale, che optano sempre per soluzioni di 50 mq, possibilmente con balcone, per le quali investono intorno a 150 mila euro. In quest’area si trovano soltanto palazzi degli anni ’60, con appartamenti di taglio medio-grande, valutati in media tra 2600 e 2800 euro al mq., ma per un appartamento dotato di vista mare il prezzo è un po’ più alto.