Siamo giunti ormai al termine della New York Fashion Week, la settimana della moda sponsorizzata da Mercedes-Benz come succede ormai da molti anni. Londra già ha aperto le danze, rendendola per altri sette giorni protagonista della scena fashion mondiale. Ecco dunque il riassunto del sesto giorno di sfilate, in cui le passerelle hanno ospitato famosi stilisti e case di moda a livello internazionale, come Marc Jacobs, Diesel, Vera Wang e Tory Burch.

Galleria di immagini: Mercedes-Benz Fashion Week, sesto giorno

Vediamo prima di tutto la collezione Marc by Marc Jacobs che presenta una linea casual e sportiva, caratterizzata da {#scarpe} da ginnastica al posto dei tacchi, pantaloncini corti per gli uomini, e come accessorio must un borsone, lasciando a casa alternative più chic come clutch luminose come già viste durante la kermesse. Gli abiti sono assolutamente semplici, magliette poco strutturate e pantaloni, corti o lunghi, monocromi e dalle linee semplici. Qualche pennellata di vitalità la portano le fantasie floreali, subito abbandonate per dare spazio al monocolore, vivo e luminoso, con una palette che va dai toni del rosso all’arancione.

Vera Wang propone invece una collezione {#moda} altamente femminile, dove l’attenzione si pone soprattutto sui tessuti, ricercati e preziosi, lavorati per trasformare la donna in un essere delicato dalla bellezza eterea. Gli abiti questa volta sono molto strutturati, con spacchi, tagli asimmetrici e motivi fantasiosi, fino al capo di punta qual è la gonna creata con uno strato di lino leggero che fluttua nell’aria e che rende il tutto ancora più elegante. La collezione parte con un bianco etereo per poi permettere al colore di infiltrarsi in pennellate di colore pastello che verso il finale si assimila con tonalità più pop, senza però mai eccedere.

Diesel Black Gold si presenta al gran pubblico con una linea che sicuramente non è passata inosservata. “È tempo di riflettere”, questo è lo slogan della casa di moda utilizzato per la collezione della stagione PE 2012 che chiaramente gioca sul doppio senso delle parole. Gli abiti si distinguono dagli altri per le applicazioni di specchietti e brillanti, capaci di creare effetti strabilianti di giochi di luci. I colori predominanti utilizzati sono chiaramente l’argento, l’oro, il bronzo, accostati a un regale verde scarabeo. Elemento particolare in questa linea sono stati i pantaloni ultra aderenti svasati sulla caviglia, colonne portanti insieme alle lunghe camicie che fuoriescono da maliziosi hot pants.

Collezione altamente anni ’60 invece per Tory Burch, che ha deciso di rendere le decorazioni protagoniste della sua passerella. Ruches, paillettes, frange si mescolano e vanno a creare uno stile ultra femminile, caratterizzato da un graffiante colore rosso, forte e deciso come la donna che lo indossa. Anche le stampe ricordano gli anni passati, con il gran ritorno dei pois che sembrano non voler mai passare di moda. Elemento particolare in questa sfilata è il mocassino, abbellito da frange, ma aperto in punta.

Fonte: Grazia.it