Molti storsero il naso quando la casa di Stoccarda decise di creare una coupé che, a differenza di quanto era in precedenza concepito, avesse quattro porte e l’abitabilità di una berlina; ma oggi, dopo i numerosi tentativi di imitazione, possiamo affermare, senza timore di essere smentiti, che la CLS è stata un vero successo. Ed ecco la nuova Mercedes CLS, presentata qualche giorno fa e declinata nella versione più potente, la 63 AMG.

Questa versione riprende lo stile di eleganza sportiva del modello precedente, ma ne amplifica potenza e prestazioni, fino a ottenere quasi una fuoriserie.

I dettagli tecnici parlano da soli: la Mercedes CLS63 AMG può contare sul propulsore V8 biturbo M157, in grado di erogare una potenza pari a 518 CV e 698 Nm di coppia, e di far schizzare la vettura da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi con una velocità massima di 250 km/h autolimitati e, nella versione dotata dell’AMG Performance Package capace di 550 CV con 800 Nm di coppia, un’accelerazione nello 0-100 di 4,3 secondi, e una velocità massima autolimitata a 300 km/h.

Nonostante tutta questa dote di potenza, che è perfettamente gestita dalla trasmissione Speedshift MCT automatica a sette rapporti, il nuovo modello garantisce consumi inferiori del 33% rispetto al precedente.