Se per moltissimi da un po’ di anni Meryl Streep è Miranda Priestley, il personaggio della terribile direttrice di Runway in “Il diavolo veste Prada“, non ci potrebbe essere errore più grande. Perché se una cosa vera si può dire sul talento della Streep, è che è versatile.

Nessun personaggio le appartiene veramente, ma nello stesso tempo tutti le appartengono. Dalla moglie divorziata in “Kramer contro Kramer” al mostro de “La morte ti fa bella”, la Streep ha saputo interpretare molti ruoli restando fedele a se stessa.

Galleria di immagini: Meryl Streep

Prendiamo “Manhattan” di Woody Allen, in cui è una delle ex mogli del regista: la Streep ha saputo essere una delle poche che pur venendo diretta da quel geniaccio di Allen non è diventata un’attrice di Allen, ma è rimasta Meryl Streep. O in “She devil“, in cui faceva la parodia di Barbara Cartland, e riusciva a oscurare il vero personaggio che aveva ispirato il carattere sul grande schermo.

Adesso, o meglio nel 2012, la vedremo in un nuovo cimento, “The Iron Lady“, “La lady di ferro”, in cui sarà diretta ancora una volta, dopo “Mamma mia”, da Phyllida Lloyd. La Streep diverrà così il primo ministro britannico Margaret Thatcher, soprannominata appunto la lady di ferro, per il suo carattere deciso, che governò dal 1979 divenendo la prima donna a occupare un simile ruolo politico.

Nella sinossi della pellicola, di cui possiamo ammirare il teaser trailer, si legge:

“Margaret Thatcher è stata una delle più famose e influenti donne del 20esimo secolo, che arrivò dal nulla per disintegrare le barriere di genere, riuscendo a venire ascoltata in un mondo dominato dagli uomini.”