Il Met Gala 2018 è l’evento che si tiene ogni anno a New York atteso con grande trepidazione da stilisti, celebrities e fashionist. Ma cos’è il Met Gala, quali sono le date e il tema a cui si ispira?

Cos’è il Met Gala?

Il Met Ball è un gala di raccolta fondi annuale per il Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute di New York City; per l’evento gli invitati – selezionatissimi – devono seguire un preciso dress code ispirato al tema dell’esposizione.

Si tratta di allestimenti a dir poco epici, che ogni anno attraggono visitatori da tutto il mondo, collezionando numeri da capogiro. Lo sforzo di maggior successo del Costume Institute, tra tutte le mostre organizzate dal 1946 a oggi?  È “China: Through the Looking Glass”, del 2015 che ha ospitato la cifra record di 815.992 visitatori.

Lo scorso anno, il Met Gala 2017 aveva dato il via alla manifestazione in onore di Rei Kawakubo/Comme des Garçons: Art of the In-Between, con esposti oltre 100 capi della stilista giapponese. In quell’occasione, Anna Wintour, che presiede il comitato di organizzazione dal 1995, aveva scelto come padrini e madrine della serata BeyoncéTaylor SwiftSarah Jessica Parker e Tom Brady.

Gli ospiti del Met Gala 2018

Per organizzare la serata di maggio del 2018, la direttrice di Vogue ha chiamato Rihanna, Amal Clooney e Donatella Versace. Tutte le star che riceveranno il prestigioso invito dovranno rispettare il tema scelto quest’anno. Scopriamo quindi in dettaglio tema e date del Met Gala 2018.

Galleria di immagini: Met Gala 2017, foto dei look

Qual è il tema del Met Gala 2018

Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination” (Corpi celesti: moda e immaginazione cattolica) è il tema del Met Gala 2018, pensato per “creare un dialogo tra la moda e i capolavori dell’arte religiosa esposti al Metropolitan Museum di New York“: in esposizione, dunque, l’influenza che la religione e i paramenti sacri hanno avuto e continuano ad avere sulla moda, da Cristóbal Balenciaga fino a Donatella Versace (sponsor dell’evento insieme a Stephen A. Schwarzman e Condé Nast).

Tre le location della manifestazione: l’Anna Wintour Costume Center, la galleria medievale all’interno del Met della Fifth Avenue e The Cloisters, la sede distaccata del Metropolitan Museum of Art dedicata esclusivamente all’arte medievale.

Saranno più di 150 le creazioni esposte, dalle creazioni di Coco Chanel a quelle firmate da John Galliano. La mostra sarà curata da Andrew Bolton che, per l’occasione, ha lavorato al fianco del dipartimento di medievalistica del Met.

Galleria di immagini: Met Gala 2018, le foto della mostra

I designer coinvolti saranno Azzedine Alaïa, Cristobal Balenciaga, Geoffrey Beene, Marc Bohan (per la Maison Dior), Thom Browne, Roberto Capucci, Callot Soeurs, Jean Charles de Castelbajac, Gabrielle Chanel, Maria Grazia Chiuri (per la Maison Dior), Domenico Dolce & Stefano Gabbana (per Dolce & Gabbana), John Galliano (per la Maison Dior), Jean Paul Gaultier, Givenchy, Craig Green, Madame Grès (Alix Barton), Rei Kawakubo (per Comme des Garçons), Christian Lacroix, Karl Lagerfeld (per Chanel), Jeanne Lanvin, Shaun Leane, Claire McCardell, Laura e Kate Mulleavy (per Rodarte), Thierry Mugler, Norman Norell, Guo Pei, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli (per Valentino), Pierpaolo Piccioli (per Valentino), Elsa Schiaparelli, Raf Simons (per la sua griffe e per la Maison Dior), Riccardo Tisci (per Givenchy), Jun Takahashi (per Undercover), Isabel Toledo, Philip Treacy, Donatella Versace (per Versace), Gianni Versace, Valentino, A.F. Vandevorst, Madeleine Vionnet e Vivienne Westwood.

Moda e religione, d’altronde, sono sempre state intrecciate, sia per il lavoro degli stilisti – come Jean Paul Gaultier, Christopher Kane, Dolce e Gabbana che hanno fatto riferimento a sagome, iconografie e palette di colori di abiti religiosi all’interno delle loro collezioni – sia per alcune star  – come Madonna e Lady Gaga – che si sono appropriate di elementi dell’iconografia sacra in video musicali e performance teatrali.

Le date del Met Gala 2018

Il Met Gala 2018 avrà luogo il 7 maggio 2018. La mostra “Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination” durerà dal 10 maggio all’8 ottobre 2018.