Il metabolismo basale è un fattore particolarmente importante su cui strutturare la propria dieta quotidiana: comprende infatti l’energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali e rappresenta la stragrande maggioranza del dispendio energetico totale della giornata. Ma cos’è nello specifico e come calcolarlo?

Nello specifico, il metabolismo basale è quella quantità minima di energia che il nostro organismo richiede per sopravvivere. Infatti, anche per respirare, per digerire, per mantenere il flusso di circolazione sanguigna, attivare il sistema nervoso e le altre attività vitali di base, il corpo ha bisogno di un minimo di energia (kcal), che tuttavia varia da persona a persona.

Vi sono infatti diversi fattori che lo influenzano e sono ad esempio età, sesso (varia tra donna e uomo, che ha bisogno di un metabolismo basale più alto), corporatura, ormoni tiroidei, ormoni della crescita, quantitativo di testosterone e altro. Vi sono persone geneticamente predisposte ad avere un metabolismo basale lento, e ciò spiega il perché pur mangiando poco ingrassano più facilmente delle altre che, con un metabolismo basale veloce, prendono peso molto difficilmente.

Calcolo del metabolismo basale

In Rete vi sono moltissime formule per il calcolo del metabolismo basale che richiedono semplicemente altezza, peso, età e sesso; tra queste, quella di Harris & Benedict risulta la più famosa e utilizzata, ed è la seguente:

  • Calcolo BMR uomo: 66,5 + (13,75 x kg) + (5,003 x cm) – (6,775 x anni)
  • Calcolo BMR donna : 655,1 + (9,563 x kg) + (1,850 x cm) – (4,676 x anni).

Chi desidera però un calcolo preciso dovrà rivolgersi al proprio nutrizionista o dietologo e richiedere gli appositi esami.

Per riattivare il metabolismo basale non bisogna ricorrere a diete estreme che finirebbero per rallentarlo ulteriormente; è invece indispensabile seguire una dieta corretta ed equilibrata (l’ideale è la dieta mediterranea) e svolgere quotidianamente un po’ di sana attività fisica. Non è necessario andare in palestra: anche una camminata di un’ora a passo veloce può rivelarsi molto utile.