Metabolismo lento: questo fattore provoca, in molte persone, uno stato di disagio. Prima ancora di capire quali siano i trucchi, è importante dire che, come tutto ciò che riguarda il peso corporeo e la salute psicofisica, è necessario avere una buona dose di controllo e di volontà per raggiungere i propri obiettivi: quando si avrà raggiunta la consapevolezza di voler rimettere a posto il proprio corpo, sarà tutto più facile. Fino a quel momento, è inutile anche provarci.

Il metabolismo lento può essere provocato da diversi fattori: alimentazione errata, carente attività fisica, età, genetica, sesso, stile di vita e, infine, i livelli ormonali, tra cui quelli degli ormoni della tiroide. Mentre per il metabolismo lento causato dai livelli ormonali è necessario il parere di un medico, per gli altri si possono provare a mettere in pratica piccoli trucchi per accelerarlo e per stare in forma.

  1. Mai saltare i pasti: benché possa sembrare una cosa sciocca, saltare i passi provoca scompensi al metabolismo, che non riesce a mantenersi in attività costante (e dunque accelerato).
  2. Fare attività fisica: come dicono tutti i medici, anche per il metabolismo lento è importante una buona dose di attività fisica. Che sia aerobica, step, GAG o simili non importa: ciò che conta è tenere il corpo in movimento per almento un’ora al giorno.
  3. Mangiare più proteine: le proteine di alta qualità a basso tenore di grasso possono aumentare il metabolismo del 20% in più. Quindi, le proteine sono un valido rimedio al metabolismo lento.
  4. Una dieta sana: è importante fare una dieta sana, di non più di 1200 calorie, che non escluda i carboidrati, benché nemici delle donne. Essi, infatti, permettono di mantenere al giusto livello l’ormone T3 tiroideo, rendendo il metabolismo più rapido.
  5. Stile di vita regolare: l’ultimo dei consigli non può che essere quello di moderare il consumo di alcool che, come per altri molti problemi, è nemico della salute (e dunque del metabolismo). Anche lo stile di vita deve essere regolare e senza eccessi e sfarzi che possano distruggere, a lungo andare, l’organismo.