Vi sentite giù di umore, avete sonno e sul lavoro o nello studio non riuscite a concentrarvi e a rendere molto? La colpa è delle giornate di freddo e di pioggia a cui ci siamo dovuti abituare in questo inverno, che porterebbero precisamente al cosiddetto “mal di meteo“.

Come riporta Ansa, ben un italiano su quattro avverte i cambiamenti del clima a causa dell’influenza che questi hanno sul nostro umore. Tecnicamente definito disturbo affettivo stagionale o meteoropatia, questo male colpisce bambini, giovani e soprattutto noi donne.

Il motivo alla base del mal di meteo si ricondurrebbe dunque alla mutazione degli agenti atmosferici, e i sintomi si manifesterebbero specialmente nei periodi di freddo intenso: la ridotta esposizione alla luce solare conduce infatti ad uno sfasamento a livello ormonale.

Entrando più nello specifico, pare che il colpevole della ipersensibilità verso le condizioni del tempo sia l’Acth, un ormone responsabile dell’aumento dell’ansia e del nervosismo. Inoltre, in tali condizioni, l’organismo produce anche un numero minore del previsto di endorfine, causando dunque irritabilità, tristezza, malumore.

Tutti i metereopatici dovrebbero, secondo i ricercatori dell’Ospedale S.Camillo di Roma, utilizzare molto spesso aglio, tisane e ginseng. Molto utile sarebbe anche fare bagni caldi e freddi a ripetizione (sia in piscina che sotto la doccia), fare attività fisica (in quanto è un potente antidepressivo) e soprattutto condurre uno stile di vita regolare. Il tutto ovviamente corredato da tanto relax.