In questi giorni lo possiamo ammirare in splendida forma in “Wall Street – Il denaro non dorme mai”, dove torna a vestire i panni di uno dei suoi personaggi più memorabili, il broker yuppie Gordon Gekko, ruolo che nel 1988 gli ha anche fatto guadagnare un Oscar.

Purtroppo però Michael Douglas in questi giorni è stato fotografato per le vie di New York molto dimagrito e con il volto scavato. Immagini che preoccupano per le sue condizioni di salute, anche se l’attore prosegue con grande coraggio la sua battaglia personale contro la malattia.

L’attore aveva annunciato al mondo lo scorso 1 settembre di avere un cancro alla gola e di aver cominciato un ciclo di terapie per sconfiggerlo. A suo supporto sono arrivate diverse voci dal mondo del cinema, tra cui quella del suo recente collega di set Shia LaBeouf:

Michael è forte abbastanza per sconfiggere la malattia e non ha bisogno della pietà di nessuno. Michael è l’epitome della forza.

Nonostante le voci del magazine National Enquirer sostengano che all’attore rimangano solo 3 mesi di vita, le parole più incoraggianti e che fanno meglio sperare i fan e l’intero mondo dello spettacolo arrivano invece dallo stesso Michael Douglas:

Le radiazioni e la chemioterapia lasciano il segno. Ho perso energia. Mi sta diventando più difficile inghiottire. Nella vita devi giocare con le carte che ti vengono date e io sconfiggerò il tumore. Le mie probabilità sono più che buone, non affronterò la questione della mia morte sino a che non mi verrà comunicato qualcosa di diverso. Forse questo cancro è arrivato per mettermi alla prova, ma lo sconfiggerò. E, alla fine sarò un uomo più forte e migliore.

La moglie Catherine Zeta-Jones, impegnata in un torneo di golf per beneficenza in Cina, ha preferito liquidare le voci del National Enquirer dicendo che si tratta “come sempre solo di questioni della nostra famiglia”.