La battaglia contro il cancro che Michael Douglas sta combattendo da ormai qualche mese sta dando buoni risultati. Le sue condizioni fisiche sono in netta ripresa, e sebbene il tumore alla gola non sia facile da debellare, con i primi cenni di miglioramento è arrivata anche la voglia di ricominciare a recitare.

Michael sarà infatti il protagonista di una biopic dedicata al pianista Wladziu Valentino Liberace, voluta da Matt Damon e dal regista Steven Soderbergh che hanno studiato il soggetto pensando proprio alla star di Hollywood. Momentaneamente accantonato a causa della malattia che ha colpito Douglas, il progetto è ora ripartito e pare che il protagonista sia entusiasta di iniziare le riprese.

Sono riuscito a sopraffarlo grazie a un mix di amore e di supporto. Il cancro mi ha mostrato cos’è la mia famiglia. Mi ha mostrato un amore che non ritenevo potesse esistere.

Ecco le parole del grande Michael, che ha dimostrato una forza invidiabile e che ha scelto di tornare sul set proprio per vestire i panni di Liberace. Per calarsi nella parte del musicista, vissuto nel ‘900 e noto per le sue abitudini stravaganti, l’attore dovrà anche prendere lezioni di musica. Ad affiancarlo ci sarà appunto Damon, che interpreta il suo amante Scott Thorson.

Le riprese avranno inizio nel maggio 2011, quindi il marito di Catherine Zeta-Jones ha davanti a se ancora un po’ di tempo per riprendere le forze. Intanto si è già messo al lavoro per entrare al meglio nel personaggio, tutt’altro che facile.

Ho un mucchio di videocassette con le sue performance e sto pensando a come interpretare al meglio il personaggio. Tutto ciò che apprendo su di lui mi spinge a pensare che fosse un uomo adorabile. Voglio che questo suo aspetto emerga nel film.