Michael Kors ha presentato la sua nuova collezione Autunno Inverno 2017 nel corso della New York Fashion Week con una sfilata presso gli Spring Studios, ma non solo: la sua è stata forse la passerella più social di sempre nel mondo della moda, con il live streaming in diretta su una serie senza precedenti di piattaforme, a partire da michaelkors.com per passare poi a YouTube Live, Facebook Live e, per la prima volta, anche su Twitter.

Dietro a questa volontà di condivisione c’è l’idea stessa di moda dello stilista: “Una sfilata dal vivo è la combinazione di moda e di teatro, due delle mie cose preferite”, ha detto Michael Kors. “Essere in grado di condividerla con le persone in tutto il mondo, e dare loro un posto in prima fila, ovunque si trovino e comunque vogliano guardarla, sia a casa, alla propria scrivania o in viaggio, è fantastico”.

Per amplificare l’esperienza non solo della sfilata, ma di tutta la settimana della moda stessa, il designer ha pensato allo streaming e anche a una serie di iniziative e di attività condivise prima, durante e subito dopo lo show. Per la terza volta Michael Kors propone il Ready-To-Wear, Ready To Go, con capi e accessori da acquistare subito dopo la sfilata sul sito (e per la prima volta anche da Instagram). Si trovano online, poi, i Kors Commute, dei video pre-sfilata, con Michael che gira per New York in limousine parlando della nuova collezione con esperte di fashion e amiche come Harley Viera-Newton, Taylor Hill e Nina Garcia.

E in passerella? Indicative le note di Sweet Dreams degli Eurythmics (1983), che aprono e chiudono la sfilata in una concitata versione suonata dal vivo da oltre 10 violinisti in sala: la collezione sembra prendere ispirazione dal meglio dei primi anni Ottanta, quando le forme e i colori non avevano ancora fatto il loro salto verso un’esagerazione kitsch.

La collezione, infatti, si snoda sobria e portabile (portabile per tutte, vista la presenza anche delle modelle curvy), tra cappotti color cammello, con maniche che però si aprono modernamente come kimono; completi grigi con spalle ampie e con gonne a portafoglio o pantaloni dalla vita alta, larghi sulla coscia e più stretti alle caviglie.

Non mancano colli, giacche e cappotti in pelliccia, ma anche calde sciarpe di lana da stringere al collo nei rigidi inverni in città e piumini per lui. Gli anni ’80 dominano anche gli accessori, con le ampie borse a sacca, qualche pochette, i molti stivali portati scesi morbidamente verso la caviglia, cuissard e sandali eleganti per la sera.

Galleria di immagini: Michael Kors, collezione Autunno Inverno 2017, foto

Per le occasioni eleganti, appunto, al nero, al grigio, al beige, al bordeaux e al verde militare si aggiungono lustrini, tessuti leopardati e sfiziosi abiti con frange che ricordano stavolta gli anni Venti, abiti a portafoglio ma anche brillanti jumpsuit da indossare con cintura in vita.

Qualche frangia, borchia e lampo ad aggiungere pepe qua e là ed il gioco è fatto: Michael Kors vuole per il prossimo autunno una donna forte, elegante, sicura di sé, urbana, che è pronta a passare dall’ufficio a una serata in un club senza mai perdere in sensualità, glamour e senso dello stile e del gusto, a cavallo tra vintage e contemporaneità.