Michael Kors compra Jimmy Choo, espandendo così il suo ruolo sempre più di leadership nel segmento mondiale del lusso e rafforzando le opportunità di crescita nel mondo della moda.

Difficile per qualsiasi fahion addicted non conoscere Jimmy Choo, brand di accessori di lusso sinonimo da anni di glamour, capace di regalare uno spirito giocosamente audace a ogni sua creazione. Fin dalla sua nascita nel 1996, la società ha proposto prodotti alla moda e innovativi insieme. Il cuore pulsante della maison? Le scarpe, sandali in testa, che le patite del genere sognano da quando sono apparse per la prima volta ai piedi di Sarah Jessica Parker e della sua Carrie Bradshaw.

Operazione con tanti zeri, quella di Michael Kors: secondo le condizioni, gli azionisti di Jimmy Choo riceveranno 230 pence per azione, con un valore di impresa di circa 1.350 miliardi di dollari. Al di là dei numeri, però, nulla dovrebbe cambiare ai vertici dell’azienda: Pierre Denis continuerà nel suo ruolo di amministratore delegato di Jimmy Choo (che guida ormai dal 2012 permettendo al brand una crescita complessiva di vendita dell’11% ogni anno), mentre sarà sempre a Sandra Choi che spetterà guidare i team creativi e di progettazione presso l’azienda. È a lei, d’altronde, che si deva dal 2013 a oggi la visione innovativa e lo stile inconfondibile di Jimmy Choo.

Siamo lieti di annunciare l’acquisizione di Jimmy Choo, marchio iconico con una ricca storia come leader mondiale nel settore lusso. Conosciuta in tutto il mondo per le sue calzature glamour e innovative, l’azienda è capofila nella definizione delle tendenze della moda. I suoi disegni all’avanguardia e l’eccezionale artigianalità risuonano con trendsetter a livello mondiale. Crediamo che Jimmy Choo sia pronto per una crescita significativa, per questo la nostra azienda si impegna a sostenere il marchio di fabbrica che Jimmy Choo ha costruito negli ultimi 20 anni“, ha dichiarato John D. Idol, Presidente e Amministratore Delegato di Michael Kors.

Jimmy Choo è una maison di fashion luxury che offre calzature, borse e altri accessori emblematici. Ammiriamo lo stile glamour e la natura da trendsetter dei disegni di Jimmy Choo. Non vediamo l’ora di accoglierlo nel nostro gruppo“, ha aggiunto Michael Kors, presidente onorario e responsabile creativo della casa statunitense.

Nato come un atelier su misura, servizio che continua a prestare a celebrities, reali e star di tutto il mondo, Jimmy Choo offre prodotti eccezionali di alta qualità, con una squadra di design che è all’avanguardia nell’interpretare le tendenze della moda. Con circa 150 negozi commerciali, 560 presenze in store multi-brand e più di 60 negozi di franchising in luoghi di primo piano in tutto il mondo, Jimmy Choo ha una rete di distribuzione di successo, con una forte presenza in Europa, Medio Oriente, Americhe e Asia. Inoltre, Jimmy Choo continua a investire in modo significativo nella sua piattaforma online, che ha registrato una forte crescita dei ricavi negli ultimi anni.

L’acquisizione del brand da parte di Michael Kors dovrebbe offrire una serie di vantaggi, tra cui l’opportunità di incrementare le vendite di Jimmy Choo a 1 miliardo di dollari, un miglioramento del posizionamento nel segmento di calzature di lusso e una maggiore esposizione ai mercati globali, in particolare il mercato in rapida crescita in Asia.