Michael Kors ha annunciato che entro la fine del 2018 le sue collezioni saranno completamente fur-free: a partire da ora, infatti, le pellicce di origine animale verranno progressivamente eliminate da tutti i tipi di prodotto della griffe. Il provvedimento riguarda tutta l’azienda, compreso uno dei brand di scarpe più amati dalle fashion addicted, Jimmy Choo, acquistato da Kors il luglio scorso.

Lo stilista statunitense è un altro grande protagonista del mondo della moda che fa un passo verso un cambiamento radicale: anche Giorgio Armani, GucciCalvin KleinRalph Lauren Tommy Hilfiger hanno deciso di eliminare la pelliccia dalle loro collezioni. Ma non finisce qui. Alla lista si aggiungono anche lo storico department store londinese Selfridges e le piattaforme per lo shopping online come Yoox.com e Net-a-Porter.com. Nessuno di loro venderà più articoli in pelliccia.

Se da un lato, dietro a questa decisione, ci sono le pressioni degli animalisti (lo scorso giugno hanno interrotto per più di dieci minuti proprio la sfilata di Michael Kors a New York), dall’altro lato bisogna tener conto dell’evoluzione dei gusti dei consumatori: quest’anno l’eco-pelliccia è la vera protagonista dell’inverno, un caldo must-have, soprattutto per i giovani, che lo abbinano a ogni tipo di look, dal più casual al più elegante.

Questa decisione segna un nuovo capitolo per la nostra azienda che si focalizza sempre più sui materiali innovativi”, ha spiegato a Business of Fashion John D. Idol, presidente e ad di Michael Kors. “Grazie ai nostri progressi tecnologici di fabbricazione abbiamo la possibilità di presentare un’estetica di lusso che utilizza una pelliccia non animale”, ha aggiunto il designer Michael Kors. “Presenteremo queste nuove proposte nella nostra prossima sfilata di febbraio”.