I telespettatori orfani di Michele Santoro possono tirare un sospiro di sollievo, perché il popolare giornalista, dopo il burrascoso addio a RaiDue, torna in TV. Dal prossimo 3 novembre condurrà un programma su TeleCapri, storica emittente televisiva campana. Ogni giovedì, alle ore 21, Santoro sarà quindi nuovamente in onda.

Galleria di immagini: Michele Santoro TeleCapri

Comizi d’amore”, questo il titolo del nuovo programma targato Santoro, sarà registrato in uno studio di Roma e poi trasmesso da un network di reti locali, tra cui appunto TeleCapri. Il programma sarà perciò visibile in tutta Italia, per la gioia di quanti si erano sentiti ingiustamente defraudati di un’autorevole voce del giornalismo italiano. Come ha dichiarato lo stesso Santoro, infatti, questo nuovo progetto televisivo è

“contro il sistema del duopolio che tenta di limitare la libertà d’espressione”.

Ovvia la soddisfazione per TeleCapri, il cui direttore Costantino Federico sottolinea come l’arrivo di Santoro dimostri non solo la fama che l’emittente locale si è costruita negli anni, ma anche e soprattutto come la realtà televisiva nazionale non sia fatta soltanto di posizioni dominanti bensì anche di molte TV locali che, in un regime di libera concorrenza, possono dimostrare la propria forza.

Michele Santoro, classe 1951, vanta un curriculum televisivo di tutto rispetto: tra i programmi che portano la sua firma non c’è solo Annozero. Negli anni Novanta ha condotto trasmissioni di approfondimento come Samarcanda, Moby Dick e Il Raggio Verde, sempre alla Rai.

Fonte: Agi