Michele Santoro passerà a La7? Si tratta di un’indiscrezione all’apparenza un po’ campata in aria, ma l’emittente sta crescendo sempre di più accaparrandosi personaggi di punta del mondo televisivo, così non è difficile immaginare come si siano volute riprendere delle trattative dopo il fallimento di quelle passate relative a Servizio Pubblico, ora un programma multipiattaforma.

Ma Servizio Pubblico, postosi come approfondimento alternativo, di qualità e innovativo, non è decollato nel modo sperato da Michele Santoro e i suoi collaboratori, tanto che in alcuni periodi di trasmissione gli ascolti sono stati molto bassi per poi risollevarsi. Sono tante le ragioni che si sono supposte per un successo che non è stato completo e spumeggiante: dalla mancanza di un “nemico” dopo le dimissioni da premier di Silvio Berlusconi, alla difficoltà di approcciarsi del pubblico alla multipiattaforma.

Galleria di immagini: Michele Santoro TeleCapri

Intanto, il Corriere della Sera ha intervistato Paolo Ruffini, direttore de La7, che ha risposto alla domanda su possibili trattative con Michele Santoro per Servizio Pubblico:

«Non nego che ci siano tentativi di contatti e che possano essercene in futuro. Ma parlare di trattative è fuori luogo.»

Già l’anno scorso c’era stato un avvicinamento tra Michele Santoro e La7, poi naufragato a seguito di vari tentennamenti del giornalista che non sentiva garantita in toto la libertà d’espressione. Ma ora che a La7, dopo Sabina Guzzanti, Serena Dandini e Cristina Parodi potrebbe arrivare anche Max Giusti, e sicuramente ci saranno Fabio Fazio e Roberto Saviano, potrebbe giungere anche Santoro sull’onda dell’entusiasmo?

Fonte: Tuttogratis.