Michele Santoro potrebbe tornare in Rai. La notizia avrebbe del clamoroso viste le molteplici accuse e frecciate seguite all’allontanamento del conduttore di Annozero. Durante “In mezz’ora” di Lucia Annunziata, lo stesso giornalista annuncia un rientro che non sarebbe però legato a un nuovo programma TV, bensì alla candidatura che intenderebbe avanzare per la carica di Direttore Generale.

Michele Santoro intende quindi candidarsi ai vertici Rai. Lontani i toni aspri con cui si sancì il suo addio a Viale Mazzini, il conduttore si propone in tandem con Carlo Freccero per guidare la TV del servizio pubblico.

Galleria di immagini: Mediaset contro Michele Santoro

Quest’ultimo, spiega il giornalista, ricoprirebbe la carica di Presidente. I propri curriculum vitae con le relative candidature, afferma poi, verranno consegnati al Presidente della Repubblica Napolitano e a quello del Consiglio Monti come segnale di assoluta trasparenza:

«Li voglio vedere quelli che fanno parte delle cricche, delle camarille, che presentano curriculum e accettano di perdere. Vediamo cosa succede, di solito abbiamo buone risposte dalla rete web. Milioni di persone che si possono mettere in cammino».

L’ex Annozero rende noto anche parte del suo programma, chiaramente votato ad andare oltre lo schermo televisivo e puntando sulla multimedialità. Affermazioni che hanno immediatamente suscitato reazioni contrastanti nel panorama politico e culturale, con Butti (Pdl) che bolla l’iniziativa come un tentativo di attirare l’attenzione perduta. Opposto il commento di Roberto Saviano, secondo cui il Premier Monti dovrebbe riconoscere l’importanza avuta da Santoro negli ultimi anni di storia della TV pubblica e accettarne la candidatura.

Fonte: Il Sussidiario