Un tatuaggio molto particolare è costato il lavoro al giovane bodyguard di Michelle Hunziker, al suo fianco da un paio d’anni e, ormai, fedele amico della bionda conduttrice. Sotto accusa è infatti il disegno che Federico mostra sul suo braccio, un palese simbolo nazista.

Una ignara Michelle, in vacanza al mare con bodyguard al seguito, è stata infatti costretta a prendere atto delle tendenze neonaziste del giovane ventiseienne, in seguito a una segnalazione di un lettore della rivista “Bild”, il quale ha notato il tatuaggio riconoscendovi il celebre pugno bianco (White Power) accompagnato da una scritta altrettanto chiara, “Intolleranza”, in riferimento a un gruppo neonazista italiano.

Galleria di immagini: Michelle Hunziker in bikini

Per Federico è arrivato seduta stante il licenziamento da parte di Michelle, che si è detta esterrefatta riguardo alla faccenda, sottolineando di essere totalmente all’oscuro dell’esistenza del tatoo come del pensiero del suo bodyguard.

“Sono sotto shock, Federico lavora per me da due anni e non farebbe del male a una mosca. Fino a poche settimane fa lo avevo visto solo in pantaloni lunghi e camicia: non sapevo nemmeno che avesse tutti quei tatuaggi”. 



Alla richiesta di spiegazioni della Hunziker, Federico non ha potuto negare la sua simpatia per il nazismo ammettendo la sua passata frequentazione di ambienti legati al movimento. Un altro spiacevole accaduto per la bionda Michelle, dopo la vicenda dello stalker che l’ha perseguitata per lungo tempo.

Questa volta, però, ha pensato che la scelta giusta fosse quella di allontanare subito il ragazzo dalla sua vita e da quella della figlia Aurora, avuta da Eros Ramazzotti.

“In queste circostanze non posso e non voglio lavorare con lui”.