Sono stati consegnati ieri sera a Londra i premi “The world’s 50 Best restaurants” organizzato dalla rivista britannica “Restaurant magazine” in collaborazione con San Pellegrino. Sono stati oltre 900 i giurati internazionali che hanno decretato i migliori ristoranti del mondo. Vediamo quali sono stati i risultati e quali chef internazionali sono stati premiati.

In testa alla classifica di quest’anno troviamo il danese Noma di Renè Redzepi che ha tolto il primo gradino del podio allo spagnolo El Celler de Can Roca. Ma la bella notizia per noi è che anche l’Italia è nella top 3: Massimo Bottura, lo chef dell’osteria “La francescana” di Modena, per il secondo anno consecutivo scala la classifica e si posizione al terzo scalino della chart dei 50 migliori chef del mondo. Bottura è una grande rivelazione della cucina italiana che, a detta degli esperti, riesce a esaltare la sua cucina innovativa ma allo stesso tempo fedele alla migliore tradizione culinaria emiliana ed italiana.

Ma le grandi soddisfazioni del Belpaese non sono finite qui: tra gli chef italiani premiati ci sono anche Enrico Crippa del ristorante Piazza Duomo di Alba, che si è classificato 39esimo scalando la classifica di ben 3 posizioni rispetto al 2013, e Massimiliano Alajmo del ristorante Le Calandre che ha guadagnato il 46esimo posto (27esimo nel 2013).

Foto by InfoPhoto