La salma di Mike Bongiorno, dopo quasi un anno, verrà riaffidata alla famiglia che annuncia l’intenzione di voler cremare i resti del famoso conduttore televisivo.

Venerdì scorso il Reparto delle investigazioni scientifiche ha ultimato le analisi di prassi sul feretro di Mike Bongiorno, confermando che la cassa non era stata aperta e che quindi tutti i bulloni e i sigilli erano ancora intatti. Quindi i trafugatori che quasi un anno fa hanno sottratto i resti del Mike nazionale, non hanno in alcun modo danneggiato la salma ma sicuramente hanno lasciato tracce sulla superficie della bara.

Galleria di immagini: Mike Bongiorno

Ed è proprio su questo che puntano gli investigatori che stanno aspettando i risultati di ulteriori specifiche ricerche effettuate sul legno del feretro di Mike Bongiorno. Lo scopo è quello di trovare tracce biologiche e impronte digitali utili che possano ricondurre all’identità dei trafugatori.

Ma sono gli stessi esperti a frenare i facili entusiasmi: le buone condizioni del legno, infatti, potrebbero aver favorito anche la conservazione di tracce lasciate due anni fa durante le operazioni di tumulazione dagli operatori funebri, confondendo e rendendo inutili i rilevamenti effettuati.

Intanto la famiglia ha già avviato le pratiche per eseguire la cremazione sulla salma di Mike Bongiorno che verrà effettuata nei prossimi giorni. Probabilmente l’intenzione è quella di scongiurare il ripetersi di altri deplorevoli atti.

Fonte: Il Giornale