Ancora una volta Milano Moda Donna 2016 non tradisce le aspettative e propone un calendario fittissimo di sfilate, presentazioni, feste – più o meno esclusive – e un’invasione – più o meno piacevole – di una folla di persone che si riversa da un quartiere all’altro della città alla ricerca del personaggio da intervistate e delle ultimissime tendenze da individuare e comunicare.

Ci sono denominatori che accomunano la creatività degli stilisti, che avvicinano forme espressive in apparenza inconciliabili. Stampe, fantasie e colori scompongono e ricompongono le immagini ipnotiche di un caleidoscopio, quello della moda italiana.

Stravaganza dandy, colore e provocazione: Milano Moda Donna detta i diktat sulla moda e sulle tendenze del prossimo autunno inverno 2016-2017.

Galleria di immagini: Le tendenze più belle da Milano Moda Donna

Le tendenze dell’autunno inverno 2016-2017

  1. Colore. I big della moda italiana, da Gucci a Fendi, da Cavalli a Prada e Moschino scelgono di colorare l’inverno con tonalità calde, ricche e avvolgenti. Rosso, verde, ocra e rosa sono declinati sia nelle tonalità più accese sia in quelle pastello. Molteplici le possibilità di abbinamento: colore con colore nelle tonalità pastello come fa Alessandro Michele per Gucci, che fa sfilare una donna androgina dal gusto vintage, e colore abbinato al nero come fanno Miuccia Prada e Moschino. Infine i tessuti: tanto velluto, alternato a materiali più leggeri, come visto da Alberta Ferretti, e tante pellicce colorate, che siano ecologiche o vere.
  2. Anni ’70. Stile dandy, hippie e bohémien: gli anni ’70 e il vintage sono grandi protagonisti in passerella e nelle presentazioni di accessori e calzature. Pantaloni a zampa, gonne lunghe, plissettate e linee morbide. Calzature con plateau, tacchi larghi e spessi e frange su vestiti e stivali. Il gusto vintage trionfa da Gucci, Roberto Cavalli e Prada con fantasie ispirate al mondo animale e vegetale e con il patchwork.
  3. Genderless. Si conferma e si allarga a macchia d’olio il concetto di genere fluido, ovvero della libertà di essere e quindi di scegliere senza genere e senza schemi. Una libertà che riporta ancora una volta agli anni ’70 e in particolare a David Bowie, capostipite di questo modo di essere. Casadei cavalca questa necessità di esprimersi e presenta una Capsule collection per uomini e donne, senza distinzioni. A tale proposito, ricordiamo la radicale e rivoluzionaria scelta di Burberry di far sfilare contemporaneamente sia la linea maschile sia quella femminile.

Milano Moda Donna: curiosità e mondanità

La settimana della moda resta una grande vetrina mediatica. Non sono mancate le celebrities amiche degli stilisti arrivate a Milano per sedere in prima fila ed essere travolte dalla raffica di flash. Tra tutte Anna Wintour, l’attrice Natalie Dormer presente da Max Mara, Elisabeth Olsen ospite di Gucci, Natasha Poly da Cavalli. Letteralmente assediati dai fotografi Lapo Elkann e Alberta Ferretti che hanno assistito allo show, teatrale e visionario, di Jeremy Scott per Moschino. Grande riserbo sul parterre di Dolce&Gabbana, Armani e Versace. Confermata la presenza della cantante Anastacia da Blumarine, che sfilerà sabato.