Durante il penultimo giorno di sfilate milanesi, sono andate in scena creazioni di grandi stilisti, per terminare l’appassionante settimana della Milano Moda Donna con il botto. Ecco dunque che cosa hanno ideato per la prossima stagione estiva Roberto Cavalli, Gianfranco Ferrè, Giorgio Armani, Dsquared2, i nomi più importanti che hanno calcato le passerelle nel sesto giorno di sfilate.

Galleria di immagini: Milano Moda Donna: sesto giorno

È scintillante la donna portata sotto i riflettori da Roberto Cavalli. Protagonisti della passerella sono le decorazioni brillanti color oro e le maxi paillettes nere applicate ovunque: su abiti, pantaloni e gonne. Molti modelli hanno linee asimmetriche e i tessuti sono decorati con stampe multicolor, piacevole consuetudine a cui lo stilista fiorentino ha abituato il suo pubblico. Al cuore della sfilata si presenta poi il cavallo di battaglia dello stilista, il trend animalier, che fa il suo ingresso su abiti da cocktail e da serata molto eleganti ed eye-catching.

Decisamente dai toni rocker-chic la collezione di Dsquared2, che ha cacciato via l’eleganza in favore di uno stile che si abbinerebbe perfettamente al Glastonbury Festival. Così vediamo in passerella modelle che sfilano con camice da uomo sbottonate con sotto magliette dalle varie stampe, dall’animalier o vaghi ricordi della bandiera americana. Shorts con cinture di borchie o addirittura costumi da bagno, fanno il loro ingresso in passerella, completati o semplicemente coperti da una camicia legata intorno alla vita come un pareo. Ai piedi, spiccano in particolare i rainy boots, con tacco e calzettoni che fuoriescono arrivando fino al ginocchio. Particolare è la borsa in pelle decorata con frange, maxi catene e borchie, mentre il dettaglio che non passa inosservato è sicuramente la bottiglia di birra che sfila in mano a tutte le modelle.

Linee morbide e semplici invece per Giorgio Armani, che ha scelto per l’occasione della Milano Moda Donna un colore paragonabile al colore del mare al chiaro di luna. Si definirebbe anche romantica la nuova collezione creata da Re Giorgio per la prossima estate, caratterizzata da tonalità che non si distaccano dal blu, azzurro, grigio, intensi ma mai sgargianti. Non ci sono stampe, ma solo tessuti che si accostano tra drappeggi e tagli netti sulla donna presentata da Armani, la quale si dimostra davvero raffinata ed elegante, un vero opposto rispetto alla collezione di Dsquared2.

Gianfranco Ferrè propone, quasi sullo stesso stile di Giorgio Armani, colori delicati e linee semplici per gli abiti, movimentati da una cintura portata a vita alta. Più ci si addentra nella collezione però, più emergono i particolari salienti della collezione, come abiti da cocktail e da sera nelle tonalità del viola e del fucsia, o abiti creati con piume, beige o neri, che nonostante siano ingombranti e forse non del tutto comodi, fanno la loro elegante figura. Una donna di classe, elegante ma grintosa dunque, che non ha paura di mostrare al momento giusot la sua vera natura.

Fonte: Grazia