Una nuova polemica virtuale ha sommerso la cantante e attrice statunitense Miley Cyrus e, questa volta, non si tratta dell’ormai annoso scandalo bong, quando la diva è stata fotografata intenta a provare della salvia psichedelica. A essere criticata è la sua apertura nei confronti del matrimonio gay, gesto non apprezzato dai suoi fan cattolici.

Il tutto ha avuto inizio quando Miley ha pubblicamente criticato su Twitter la catena a stelle e strisce “Urban Outfitters“, responsabile di aver sovvenzionato con ingenti somme di denaro una campagna politica omofoba. Ecco il tweet incriminato:

Galleria di immagini: Miley Cyrus in bikini a Rio

“Amo il fatto che tutti stiano odiando Urban Outfitters. Non solo rubano agli artisti, ma ogni volta che gli regalate dei soldi non fate altro che finanziare una campagna contro l’uguaglianza gay”.

Un po’ come successo qualche settimana fa per le dichiarazioni di Lady Gaga, anche la Cyrus è stata quindi sottoposta al fuoco incrociato degli utenti cattolici i quali, soprattutto negli Stati Uniti, stanno conducendo un’accesa campagna contro l’omosessualità invadendo i social network e i forum. L’artista è stata quindi insultata, a volte con epiteti irripetibili. Ma Miley non è rimasta con le mani in mano e, a costo di perdere una fetta cospicua dei suoi fan, è passata al contrattacco. Questo uno degli interventi più sobri di una lettrice religiosa:

“Dove cavolo è finita quella ragazza cristiana del Texas con valori morali decenti e un grande cuore? Sono cristiana e moglie del miglior uomo possibile!”.

Di seguito, invece, la risposta dell’ex Hannah Montana:

“Che affermazione ignorante. Non ho un grande cuore solo perché non sono un’ipocrita dalle vedute strette?”

Da questo messaggio è quindi partita una vera e propria diatriba, con i fan inferociti che han voluto ricordare a Miley come “i gay non vanno in paradiso”, augurandole che lei stessa possa bruciare alle fiamme dell’inferno. Una minaccia, quest’ultima, che probabilmente non dispiacerà all’artista che non può essere domata, così come spiegato nel singolo “Can’t be tamed“, soprattutto perché in compagnia di Lady Gaga, altra popstar invitata a raggiungere la dannazione eterna, non ci si può certo annoiare.