Nel corso del 2010 l’abbiamo vista in tutte le salse: figlia modello di mamma Tish e papà Billy Ray, in versione sexy e provocante sul palco e alle prese con la salvia psichedelica. Miley Cyrus ha seminato bene, e ora può cogliere i frutti: per il secondo anno consecutivo è stata eletta la star con la peggiore influenza sui teenager.

Miley è stata incoronata regina dei cattivi modelli per i giovani dagli JSYK Awards, una classifica annuale di celebrità che incorona la “Worst celeb influence”. A dirla tutta, sono stati proprio i teenager a votare la bella ex Hannah Montana, che ha sbaragliato la concorrenza con il suo 58% dei voti, comprese le colleghe Demi Lovato e, soprattutto, Lindsay Lohan.

E sebbene ci sia chi la definisce una ragazza di classe, come il suo collega sul set di “LOL” Thomas Jane, gli utenti del sito che ha promosso la gara hanno lasciato commenti poco rassicuranti sul conto della Cyrus, alla quale non hanno perdonato lo scandalo dell’ormai celebre bong.

Galleria di immagini: Miley Cyrus hot

“Solo perché è legale, non significa che è bene farlo! Come bere birra, fumare sigarette… Queste cose sono legali ma la gente ne muore ogni giorno. Lei non ha fatto le scelte giuste”.

A fare da contrappeso alla protagonista di “So Undercover” è la collega Emma Watson, la più votata tra le celebrità che hanno usato il loro successo per fare del bene.