Il 2011 sembra confermare la tendenza degli ultimi mesi dello scorso anno, quando diverse celebrità hanno raggiunto i protettivi lidi del rehab per disintossicarsi dalle più svariate dipendenze. Tra le tante, famose sono le crisi di Lindsay Lohan e Demi Lovato, costrette a lunghi periodi in riabilitazione. Con il rilascio di Lindsay, i siti rosa a stelle strisce hanno iniziato le scommesse: sarà Miley Cyrus la prossima a finire in rehab?

LiLo ha subito una reclusione forzata dai giudici, che l’han costretta a un trattamento disintossicante da droghe e alcol fino allo scorso 3 gennaio. Demi, invece, in rehab ci è finita per la propria aggressività, scatenatasi alla rottura del rapporto con Joe Jonas. Ora anche Nick Carter, fratello del famoso cantante dei Backstreet Boys, è finito in clinica per dire finalmente addio agli abusi che hanno caratterizzato la sua giovane carriera.

In un simile quadro, la candidata perfetta per il ruolo di futura star bisognosa di cure è sicuramente Miley Cyrus. Il suo scandalo bong, ovvero le foto che la colsero intenta a fumare droga psichedelica in compagnia degli amici, non è mai stato risolto e i genitori non sembrano andarne molto orgogliosi. L’ex Hannah Montana, inoltre, continua a negare di aver fatto qualcosa di disdicevole, rivendicando la propria maggiore età e la propria filosofia di vita, racchiusa in quel “Can’t be tamed” ormai diventato simbolo della sua esistenza.

Va sicuramente riconosciuto come, alle notizia della distensione dei rancori fra i genitori Billy Ray e Tish Cyrus, Miley abbia nettamente corretto il tiro, rinunciando a gran parte degli scandali degli ultimi tempi. Che sia stata, quindi, soltanto una richiesta di attenzione? Se così fosse, i fan potrebbero tirare un sospiro di sollievo e i giornalisti USA sarebbero costretti a ritirare tali nefaste previsioni. Ma solo il tempo saprà dire la direzione che la Cyrus ha intenzione di seguire: star per famiglie o diva maledetta?