Forse in pochi la conoscono. È la più grande star femminile della musica country, è famosa per le sue curve più che generose (grazie a svariati aiuti del chirurgo plastico) e, soprattutto, è la madrina di Miley Cyrus. Dolly Parton è, insomma, una vera autorità nel mondo musicale americano e l’altro giorno ha apertamente dichiarato di non gradire gli atteggiamenti eccessivi della nipotina e di preferirle la “rivale” Taylor Swift.

La leggenda musicale di Nashvile, intervistata da Larry King per la CNN ha voluto prendere posizione circa la nipote, sostenendo che, pur comprendendo che Miley stia facendo di tutto per scrollarsi di dosso l’eredità di Hannah Montana, forse le cose le cose le sono sfuggite di mano. La Parton ha poi parlato delle varie pressioni cui vanno incontro le giovani ragazze, specie quelle del mondo dello spettacolo, e di quanto sia difficile per loro cercare di farsi accettare senza scadere nel volgare.

Quando, poi, Larry King ha citato i vestiti striminziti e le performance hot on stage di Miley, Dolly Parton ha detto di aver sempre sperato di non essere stata lei l’ispiratrice di tutto ciò (del resto anche la Parton ha un passato burrascoso sotto questo aspetto) e ha aggiunto di non aver mai approvato le esibizioni troppo spinte della nipote.

La leggenda del country ha poi aggiunto che in realtà il modello che Miley dovrebbe seguire è nientemeno che quello di Taylor Swift. La bionda cantante ha infatti, secondo la Parton, la testa sulle spalle e inoltre si circonda di persone intelligenti e valide. Tutto questo a differenza di Miley, che, nel suo tentativo di dimostrare al mondo di essere cresciuta, ha forse superato l’immagine di adolescente ribelle per diventare semplicemente una ragazza troppo volgare.