Androgina, atletica, ammaliatrice: Milla Jovovich, l’attrice ucraina naturalizzata statunitense, sta conquistando i box office con le sue qualità e la sua bravura. Con il film “Resident Evil: Afterlife”, quarto episodio della popolare saga e il primo proposto con la tecnologia 3D, la bellissima attrice ha sbancato il box office USA nel primo week end di programmazione.

Ma con la sua ultima performance in “Stone“, il thriller psicologico diretto da John Curran, Milla Jovovic avrebbe avuto molti problemi a interpretare il nuovo personaggio. Così l’attrice ha dichiarato a riguardo:

Lucetta, il mio personaggio, è una di quelle persone che non vorresti mai incontrare nella vita reale. Darle amore e comprensione e soprattutto cercare di non giudicarla è stato molto difficile. Ti senti così frustrata: alla fine delle registrazioni desideri solo entrare in doccia e levarti di dosso il personaggio e dimenticarti la giornata appena trascorsa. Semplicemente perché lei è così diversa da te. Lei è una specie di animale selvatico.

Nonostante l’attrice abbia ammesso che lavorare con attori del calibro di Edward Norton e Robert De Niro l’abbia molto aiutata a interpretare il suo ruolo, le è stato comunque richiesta una performance molto difficile.

Stone“, che si basa sulla piece teatrale scritta da Angus MacLachlan, racconta la storia di Gerald “Stone” Creeson (Edward Norton), un feroce assassino che cerca di ottenere la libertà sulla parola spingendo la bellissima moglie Lucetta (Milla Jovovich) ad avere una relazione con Jack Mabry (Robert de Niro), il suo agente di sorveglianza. Il film uscirà negli Stati Uniti l’8 ottobre.