Vittorio Sgarbi minacciato in una lettera spedita lo scorso giugno da Cagliari. Il critico letterario ora primo cittadino di Salemi, in provincia di Trapani, si era recato nel capoluogo sardo per ritirare il premio Città del Vino Ecosostenibile 2011.

La lettera per Sgarbi è giunta direttamente in municipio ed è stata consegnata agli inquirenti.

Galleria di immagini: Vittorio Sgarbi

Sgarbi riceveva l’ambito premio, che vuole mettere in evidenza i comuni virtuosi nella produzione di energia da fonti rinnovabili, secondo una classifica stilata da Legambiente. Non si conoscono i dettagli, né la coincidenza tra questo viaggio di Sgarbi, sicuramente in preventivo, e della provenienza della missiva che reca la data del 7 giugno, mentre Sgarbi era a Cagliari sabato scorso.

Nella lettera, tra l’altro, c’è scritto:

“Abbiamo pensato bene di romperti qualche osso”.

Non si sa quale piede abbia pestato esattamente Sgarbi e di chi fosse il piede. Fatto sta che si potrebbero formulare diverse ipotesi, a partire dalla probabile causa generata dal fatto che Sgarbi attualmente gestisca anche un servizio di tutela affidato alla Guardia di Finanza. La sindacatura di Salemi potrebbe essere un’altra ragione per qualche provvedimento che a qualcuno non è piaciuto.

Infine, si può pensare che sia risultato sgradito, come d’altronde per molti telespettatori, che tuttavia non si sono dati alle minacce, il monologo in Rai delle scorse settimane, in cui Sgarbi si è tolto un po’ di sassolini dalla scarpa, dei sassolini che qualcuno sta cercando di rimettere a posto.