Tra la moltitudine di modelli per il prossimo anno che sono sfilati durante il Salone dell’Auto di Parigi, uno di quelli che ha sorpreso più piacevolmente i visitatori è stato sicuramente Mini Crossover Concept.

Una visione davvero avveniristica di una delle street car più amate nel mondo da giovani e meno giovani, che sarà probabilmente disponibile nelle concessionarie a partire dal 2010. Si tratta infatti di un concept che vede la Mini trasformarsi in un crossover ruggente, che mangia l’asfalto seppur con la classe e l’eleganza che la contraddistingue.

Il passo di 2606 mm e la lunghezza di circa 4 metri la rendono la Mini più lunga e più spaziosa mai realizzata finora. Caratterizzata da una sola portiera posteriore tradizionale (l’altra è infatti scorrevole), colpisce soprattutto per le “diavolerie” che possiamo trovare al suo interno e che la rendono una Mini davvero rivoluzionaria.

Al centro della plancia è possibile trovare il Mini Center Globe, un globo tridimensionale in cui è presente un’inedita strumentazione. Le informazioni riguardanti intrattenimento, navigazione e guida sono strutturate a livelli differenti e, a seconda delle preferenze del guidatore o del passeggero, sono marcate con intensità differenti. Un’innovazione tecnologica sperimentata ora soltanto su questo concept ma che potremmo vedere facilmente sui prossimi modelli Mini o BMW.

Mini Crossover Concept

Il Mini Center Globe può essere azionato attraverso il Trackball del volante sensibile al tatto oppure attraverso dei tasti, con un regolatore a scorrimento inserito nella sezione inferiore del globo o con una tastiera al lato del passeggero.

Altra grande novità è il Mini Center Rail, un binario di fissaggio multifunzionale ad utilizzo universale, montato nella console centrale, che permette alle due coppie di sedili lo scambio di diversi oggetti, senza distrarre il guidatore.

Un concept davvero innovativo per Mini, che non vediamo l’ora di provare su strada non appena sarà presentato in… motore e lamiere.