Si è svolto per la prima volta in Italia il concorso Miss Pin Up che, essendo vietato alle taglie al di sotto della 44, vuole promuovere un modello di bellezza femminile non basato sulla magrezza. Alle partecipanti è stato quindi richiesto di esaltare le proprie forme, e di puntare principalmente sulla sensualità e sulla passionalità. Il modello d’ispirazione sono infatti le pin up degli anni Quaranta e Cinquanta come l’intramontabile icona Marilyn Monroe.

Questa manifestazione è stata ideata e voluta da Simona Sessa che da anni si batte contro anoressia e bulimia. Il concorso nasce quindi con uno spiccato intento sociale, volto a favorire un’immagine più realistica della donna, valorizzando le curve naturali.

La prima edizione di Miss Pin Up ha visto la partecipazione di duecento donne, superando le aspettative degli organizzatori. Sei le vincitrici, quattro italiane e due brasiliane. Il titolo più importante è stato vinto da Giusy Cosentino detta “La Pupa” con un look che ricorda Betty Page. E per chi volesse sono già state aperte le iscrizioni per la seconda edizione.