Incoronata da Donald Trump, padrino per eccellenza di Miss USA, nella cornice del Planet Hollywood Hotel and Casino di Las Vegas, la vincitrice del concorso edizione 2010 è Rima Fakih. La ventiquattrenne, nata in Libano, rimarrà nella storia del concorso come prima Miss di origini arabe ad aver ricevuto la corona.

La vittoria di Rima, già eletta in precedenza Miss Michigan, ha dato il via a dichiarazioni piene di orgoglio, come appare anche su Ansa.it. La prima, da parte del direttore regionale dell’American-Arab Anti-Discrimination Committee, Imad Hamad:

Mostra la grandezza dell’America, il fatto che tutti in questo paese possono avere una chance di vincere.

Rima Fakih, incoraggiata a concorrere dalla madre, è laureata in economia, e ha dimostrato al pubblico americano che, oltre a essere bella e coraggiosa sfilando in bikini, è anche intelligente. Ha sostenuto infatti, come sua considerazione personale, la tesi che la pillola contraccettiva è un farmaco comune e che dovrebbe essere a carico dell’assicurazione sanitaria.

La Fakih, tuttavia, è già stata messa sotto pressione dal gossip: tutta colpa di una sexy lap dance con protagonista la giovane, trapelata su YouTube negli ultimi giorni.

Il concorso di Miss USA, che non ha nessun legame con Miss America, è nato nel 1952 in California, come vera e propria passerella di bellezza per modelle che sfilavano in costume da bagno. Già nel 1990 venne incoronata Carole Anne Marie Gist, di origini afro-americane e, coincidenza, rappresentate sempre lo stato del Michigan, come la neo-eletta Fakih.