L’autoerotismo femminile non ha ancora superato la fase del tabù. Ancora molte persone faticano a digerire il fatto che anche le donne si masturbino. Cosa che per i maschi invece non vale, sarà grazie al gran numero di film in cui la scena viene rappresentata. In ogni caso persistono dei miti sul mondo del sesso femminile che vanno costantemente sfatati.

Il sesso femminile ricorre meno all’autoerotismo della controparte maschile. È falso. Si incappa in questo stereotipo semplicemente perché le donne ne parlano di meno, e sono molto più restie ad ammetterlo. Che poi invece non si concedano alla pratica è tutt’altro discorso. I maschi sono semplicemente più liberi di parlarne, tra loro e in generale. Basti guardare i film che da American Pie in poi propongono varianti sul tema, anche se nell’ultimo della serie vediamo finalmente anche una donna coinvolta nella pratica.

Altro stereotipo meno banale, che incrocia un altro mito: in tarda età non si fa più sesso, figurarsi se si fa autoerotismo. Falso. I film degli ultimi anni ci stanno generalmente abituando all’idea che anche le signore di una certa età fanno sesso, vedi It’s Complicated con Meryl Streep, o Tutto può succedere con Jack Nicholson e Diane Keaton. Ma sul fronte autoerotismo ancora niente. Per quanto possa suonare bizzarro però, o semplicemente si preferisca volgere lo sguardo altrove piuttosto che immaginare madri o nonne indulgere in queste attività, anche le donne tra i 60 e i 69 e le over 70 si masturbano.

Un mito da sfatare più interessante è quello per cui si masturbino solo i single, da cui deriva quello sbagliato senso di inadeguatezza alla scoperta che il proprio compagno si dà da fare anche da solo. Per fortuna è vero il contrario: più ci si masturba, più si ha una vita sessuale attiva. Fare autoerotismo apre la pista al desiderio sessuale in generale e quindi a un’attività di coppia più intensa. Masturbarsi per altro riduce il rischio di gravidanze precoci e l’incidenza di malattie sessualmente trasmissibili, tanto che nel 2009 un comune in Gran Bretagna aveva distribuito un opuscolo a tutti i genitori perché incitassero i propri figli a questa attività, casomai ci fosse stato bisogno di qualche indicazione.

La pratica dell’autoerotismo è sempre stata in qualche modo sottovalutata o controindicata. A partire dai Romani, che pur nelle loro pratiche sessuali di ogni genere, principalmente maschili, usavano la mano sinistra per fare sesso con se stessi, e questo la dice lunga, ai giorni nostri, dove mito vuole che a divertirsi troppo da soli si diventa ciechi. È tempo invece di superare i miti e godersi la realtà.

Fonte: YourTango