Il fascino e l’eleganza di Prada sono noti ai più: uno stile anticonformista ed indipendente, generato dall’estro creativo di una donna, Miuccia, nipote del fondatore della Maison che aprì il suo primo store nella Galleria Vittorio Emanuele II e che già aveva chiara l’idea di realizzare prodotti di moda che non andassero in disuso dopo una collezione. Un’identità, quella di Miu Miu (nome familiare della stilista), che esplode grazie al suo passato, segnato dal potere degli Anni Sessanta, dalle rivoluzioni sociali, dalla passione per il teatro e dalla sete di cultura e sapere.

È proprio l’appellativo confidenziale a intitolare la linea “giovane” della Maison Prada: Miu Miu, marchio del gruppo nato per accompagnare la quotidianità femminile costruendo uno step intermedio prima dell’Alta Moda, riesce a dare voce alle sfaccettature della stilista lasciate fuori dalla prima linea. Nel momento in cui Prada era al suo più alto grado di minimalisto, Miu Miu ha offerto un contrappunto: nascono pennellate dal sofisticato retrogusto sensuale, ribelle e rivoluzionario.

Dalla sua pensata, 1993 (bisognerà attendere il 2006 per il lancio sul mercato), Miu Miu ha confermato la capacità di essere un vasto territorio di espressione stilistico ed un avanguardistico, parco giochi nel quale la sperimentazione è il biglietto di ingresso. Sono il coraggio e la voglia di comunicare a permettere l’innesto tra couture dall’altissimo savoir-faire ed la preziosa e raffinata ricerca: Miu Miu esplora la moda come una forma rarefatta, dando all’eleganza un nuovo e controverso significato.

A guidare la nascita di ogni singolo progetto sono diverse ispirazioni che si edificano poi su riferimenti maschili e femminili, passato e modernità: ne derivano frutti dall’aspetto proibito, che ben si coniugano con una femminilità orgogliosa ed allo stesso tempo glamour, che non rinuncia al proprio fascino. Dagli indumenti fino ad arrivare agli accessori, Miu Miu è stato in grado di costruire un “clan” che ha identificato il marchio come faro e guida del gusto e dello stile.

Occupando alcune delle prime posizioni di vendita al dettaglio del mondo in città come New York, Londra, Parigi, Milano, Tokyo, Pechino e Hong Kong sin dal giorno in cui è stato lanciato il marchio, Miu Miu si caratterizza anche per la cura con cui sono concepiti gli store, riletti come set in continua evoluzione. Non può che essere, senza alcun dubbio, eletto tra i marchi più influenti (proprio come Miuccia Prada, che nel 2005 viene eletta da Time Magazine come una delle 100 donne più influenti al mondo), generando attesa ed aspettativa dietro ogni nuova (e sorprendente) collezione.