Miuccia Prada ha realizzato 40 abiti in collaborazione con la costumista Catherine Martin per l’adattamento cinematografico de Il Grande Gatsby, di Baz Luhrmann. La stilista ha appena mostrato 4 bozzetti, in cui lo spirito degli anni ’20 si incarna perfettamente con lo sguardo vintage della moda secondo Prada.

=> Leggi Miuccia Prada a proposito della collaborazione per i costumi de Il Grande Gatsby

Galleria di immagini: Miuccia Prada: bozzetti per il Grande Gatsby

Miuccia Prada ha disegnato i modelli prendendo ispirazione da abiti presentati in passerella negli ultimi anni, oltre che ovviamente dagli anni ’20 descritti nel romanzo di Francis S. Fitzgerald e dall’idea che ne aveva il regista Baz Luhrmann. I modelli presentati negli schizzi sono perfettamente indicativi dello stile raggiunto.

Vediamo infatti un abito al ginocchio arancione in organza arricchito di lustrini a creare un effetto di scaglie di pesce e arricchito di una pelliccia al collo, ispirato alla collezione Prada autunno/inverno 2011. Poi ancora un altro abito al ginocchio blu ottano in tulle su un tessuto in seta dello stesso colore. Ancora in lustrini il tubino blu a righe con perline e lavorazioni sull’orlo inferiore, ispirato alla collezione Prada primavera/estate 2011.

=> Guarda il nuovo trailer de Il Grande Gatsby

Infine l’abito in verde salvia con corpetto finemente decorato con perle, pietre preziose e lustrini, con gonna ampia asimmettrica, ispirata agli anni ’20 ma contaminati da materiali moderni e da ricami in stile anni ’50. Catherine Martin, costumista e moglie del regista, ha detto della collaborazione per Il Grande Gatsby:

«Miuccia vede sempre il futuro con un occhio vintage, e credo che Baz veda sempre il passato attraverso un occhio moderno, perciò c’è un interessante incrocio di pensieri. Così dopo una lunga e ragionata collaborazione dove abbiamo parlato di questi indumenti moderni che si infiltravano nella storia, Miuccia ha contribuito con 40 modelli. Miuccia è davvero una stilista molto riflessiva.»

=> Leggi della mostra al Met: Schiaparelli and Prada: Impossible Conversation

La connessione tra Miuccia Prada e Baz Luhrmann del resto si è manifestata già in precdenza: quando la stilista italiana ha collaborato ai costumi di Romeo + Juliet, con Leonardo Di Caprio nel 1996, e nella mostra al Met dell’anno scorso Schiaparelli and Prada: Impossible Conversations per una serie di corti diretti dal regista australiano.

Fonti: Telegraph, EW