Quanto potrà mai costare una penna USB? 10, 20, 100 euro? certo, direte voi, non si può dire a priori, dipende anche dalla capacità. Allora aggiungiamo un altro dettaglio… 16 Giga.

Presumo sia difficile che qualcuno di voi riesca a dare la risposta esatta… sveliamo l’arcano: il prezzo di una penna USB di 16 GB può raggiungere la modica somma di 10.442 dollari. Stiamo parlando di Mnemosyne.

Se scendiamo maggiormente nel dettaglio ci renderemo conto che questa cifra è ampiamente meritata.

Realizzata in un unico pezzo di alluminio, in maniera totalmente artigianale, ogni pezzo è fondamentalmente unico, Mnemosyne si presenta nella sua forma principale come un cubo dal lato di 72 mm.

La penna vera e propria è contenuta all’interno di questo cubo ma per potervi accedere dovrete risolvere prima un vero e proprio rompicapo. Il cubo è infatti composto da sei pezzi, sempre in alluminio lucidato, di forme e dimensioni differenti. Uno di questi contiene la vera e propria penna USB mentre gli altri cinque sono disposti e montati in una rigida sequenza di incastri perfetti che circondano e proteggono il prezioso contenuto.

Mnemosyne era la dea dell’antica grecia che proteggeva la memoria così come fa questo stravagante prodotto disegnato da Toshi Satoji e Katsuya Masaki. La penna USB sarà infatti accessibile soltanto se si trova la giusta combinazione di incastri… pensateci bene prima di salvare dei dati in una penna USB la prossima volta, potreste non riuscire più a recuperarli.

Per quanto riguarda la commercializzazione invece è solo questione di tempo, arriverà presto.