PETA, l’organizzazione che da sempre difende i diritti degli animali, questa volta lancia una campagna contro il designer di moda Hermes. La sua nuova collezione prevede l’utilizzo di pellami esotici destinati a una maison francese.

L’organizzazione PETA ha investigato nei siti di produzione del pellame, girando un video in cui si mostrano baby coccodrilli, serpenti e lucertole che vengono uccisi senza seguire normative per la procedura di macellazione ante mortem, come lo stordimento degli animali, i quali sono lasciati agonizzare.

Da Giacarta un gruppo di attivisti, che si trova sul loco per testimoniare le violenze agli animali, chiede che la company Hermes smetta di produrre oggetti realizzati con la pelle degli animali esotici per l’industria del lusso francese.

L’Indonesia, oltre a essere uno dei maggiori fornitori di questa tipologia di pellame, è stata anche definita “il paradiso dei bracconieri” per via della sua negligenza su norme e leggi relative alla questione. Ashley Fruo, responsabile della campagna, afferma:

Ci sono diverse aree rurali che facilitano caccia e bracconaggio. Qui ci sono poche leggi sulla protezione degli animali, e quelle esistenti sono difficili da far rispettare. Hermes produce oggetti con pelli esotiche in Indonesia ed è un leader nella fashion industry. PETA domanda a Hermes di comportarsi da vero leader aumentando la previdenza agli animali.