La moda si reinventa in tempo di crisi, venendo incontro alle necessità di chi non può permettersi di correre dietro alle ultime collezioni mettendo continuamente mano al portafoglio. Per un look che sia di tendenza senza sacrificare tutte le economie fatte giorno dopo giorno, una soluzione può essere senza dubbio il riciclo di abiti già presenti nell’armadio: basta solo un po’ di pazienza e un pizzico di creatività.

Stile e attenzione ai dettagli non devono mai mancare, poiché indispensabili se si vuole sfoggiare un abbigliamento che, seppur rivisitato, sappia essere interessante. Le idee però non vengono da sole: è qui che vengono in aiuto sfilate di {#moda}, riviste e consigli reperiti sul Web o direttamente dalle vetrine in modo da stilare una lista di cosa effettivamente può tornare utile o che, attraverso una piccola ma oculata spesa, può integrarsi perfettamente ai pezzi forti del proprio guardaroba; mercatini e negozi vintage possono diventare una vera fonte inesauribile di spunti, meglio dunque tenerli a mente.

Per la stagione primavera/estate 2012, come di consueto con l’arrivo di temperature più miti, torna il desiderio di colore: se nel proprio armadio non c’è nulla del genere non bisogna farsi prendere dallo {#shopping} compulsivo perché le mode cambiano rapidamente. Il discorso è simile anche per chi invece ha già ha disposizione qualche capo a tema: acquisti complementari ed essenziali sono fondamentali; in più, abbinamenti che qualche anno fa si pensavano improponibili quest’anno potrebbero essere un must, basta dunque un po’ di fantasia e colpo d’occhio per creare il proprio look secondo i trend del momento.

I colori sono intensi e spaziano tra i toni dell’arancio, must del 2012 carico di vitalità e calore, fucsia e giallo, insieme alel tonalità metallizzate dell’oro e dell’argento. Continuano la loro permanenza sui tessuti anche le stampe floreali, vere e proprie protagonista delle passerelle dedicate a questa stagione con uno stile hippy chic, fatti di ampie gonne a palloncino e giocosi hot pants; basta abbinare un paio di sandali o delle più comode {#scarpe} con la zeppa, un anello o un accessorio etnico su cui puntare l’attenzione e l’abito sarà come indossarlo per la prima volta.

Se per il tempo libero il look è allegro e sbarazzino, per il lavoro ci sono regole ben precise da seguire; anche in questo caso però la moda torna ad aiutare le sue fedeli adepte poiché è il gusto classy del passato il più apprezzato del momento. La gonna dalla lunghezza al ginocchio è da sempre sinonimo di eleganza e bon ton e, di solito, non manca mai nel guardaroba di nessuna donna; combinandola con una camicia bianca, una dal taglio classico diventa perfetta per l’ufficio, mentre con un twin set si trasforma subito in un look dallo stile retrò da sfruttare per un’uscita con le amiche in vista di un aperitivo. E per chi non ama le gambe scoperte? Niente paura, pantaloni a palazzo a vita alta: comodi e trendy.

Meglio non lanciarsi nello shopping allo sbando, poiché il rischio di acquistare proprio qualcosa che poi non serve; ponderare le decisioni, spendendo solo quando è realmente possibile, porta spesso a scelte azzeccate, ricordandosi sempre che l’accessorio senza il quale non bisogna uscire mai è solo uno: il buongusto.