Potersi vantare con le amiche che si complimentano per il nuovo outift, dichiarando con orgoglio di averlo preso in Inghilterra, è sempre una grande soddisfazione. Certo, però, che quel maglioncino caro ci è costato: un aereo, un soggiorno di piacere oltremanica e uno shopping sfrenato ci avranno rese tremendamente stylish, ma ci hanno anche lasciate piuttosto al verde.

Ora possiamo dimenticare tutti questi problemi, perché moltissime catene di abbigliamento UK permettono di acquistare online e hanno anche previsto la spedizione in Italia. In questo modo basta un computer, una connessione a Internet e una carta di credito per potersi rinnovare il guardaroba in poco tempo e aggiungendo solo pochi euro di spese di spedizione.

Galleria di immagini: Shopping UK

Il paradiso? Quasi. Durante la stagione dei saldi, infatti, gli stessi negozi inglesi aprono delle apposite sezioni sui loro siti, senza dimenticare che a volte ci sono delle promozioni esclusivamente per chi acquista in rete, basta iscriversi alla newsletter delle catene di abbigliamento. Le spese di spedizione oscillano fra i 5 e i 10 euro, a seconda degli accordi dei vari negozi con la Royal Mail, ma in ogni caso sono sempre metodi molto affidabili. In 5-10 giorni lavorativi avremo il nostro bel pacchetto pieno di acquisti davanti alla nostra porta.

Di solito si tratta di catene molto diffuse sul territorio britannico, perciò tanto il pagamento quanto il trattamento dei dati personali saranno assolutamente tutelati e accompagnati da un servizio clienti decisamente efficiente. In caso di mancata consegna del nostro pacco, basta aspettare 21 giorni lavorativi e comunicare il problema al servizio clienti, che provvederà senza troppi problemi a restituire l’importo che avete versato in precedenza.

A questo punto è il momento di fare qualche nome e di fornire anche qualche indirizzo Internet, in modo che al prossimo accredito dello stipendio potrete fare affari degni di questo nome.

Innanzitutto c’è Dorothy Perkins, catena di abbigliamento molto diffusa in Inghilterra e che si distingue per l’ottimo rapporto qualità prezzo. I vestiti da sera e quelli più formali per andare a lavoro oscillano tra le 25 e le 40 sterline, ed è anche possibile acquistare abbigliamento un po’ più casual nel reparto jeans. Occhio alla sezione dei saldi.

Se volete risparmiare un po’ c’è New Look, il cui range di prezzi è leggermente inferiore a quello di Dorothy Perkins, ma a risentirne è la qualità dei materiali. Se volete prendere un top per uscire la sera o una t-shirt è assolutamente raccomandabile, anzi spesso ha di capi freschi e giovanili, forse però potreste restare un po’ deluse dai vestiti da sera.

Altro negozio imprescindibile, anche per i signori uomini, è Asos. Qui i prezzi sono davvero i più disparati, dalle 20 alle oltre 100 sterline per capi firmati e così via. La cosa comoda, però, è che molto spesso sul sito è possibile usufruire di promozioni che comprendono le spese di spedizione gratuite in tutta Europa. L’unico aspetto negativo è che a volte, specie per il settore lingerie, le taglie sono poco chiare: non è facile capire quale sia il reggiseno più adatto se si deve scegliere fra una S una M o una L.

Altri nomi di negozi che ci sentiamo di raccomandare, oltre al sempre ottimo Topshop, sono Next e Forever 21. Mentre il primo si addice più alle signore, il secondo è, invece, più indicato per le più giovani. Se siete un po’ più abbondanti, potete invece passare un po’ di tempo sul sito di Evans, oppure nel settore “curve” dei siti di Asos e Forever 21.

Passando ora al discorso taglie, occorre tenere presente che quelle inglesi sono diverse dalle nostre. Una 42 è una 12, la nostra 44 è la 14 e via dicendo. Il segreto sta sempre nello scegliere capi che non dovrebbero dare grossi problemi anche se dovessero risultare di una taglia più grande o più piccola, è sempre bene evitare le camicie se avete un seno prosperoso ed è meglio favorire abiti di jersey o comunque un po’ stretch. Una volta individuata la taglia che vi calza a pennello sarà tutto molto più facile.