Da quando la mia femminilità è definitivamente sbocciata, non faccio altro che sentir dire che le donne amano a dismisura le scarpe (e le borse per la proprietà transitiva), di un sentimento incondizionato e irrazionale che le porterebbe addirittura a preferire i tacchi alti al sesso. Ebbene, forse io non sono del tutto donna, perchè questo amore quasi feticista proprio non l’ho mai provato. Certo mi piace fare shopping, soprattutto quando trovo qualcosa che mi sta davvero bene addosso, ma non riempirei mai la mia utopica cabina armadio solo di borse e tacchi 12.

Detto questo, pare che io sia definitivamente una mosca bianca; un nuovo studio condotto sulle donne britanniche, ma facilmente estendibile anche al resto del mondo, ci svela un’altra stranezza del connubio fra le venusiane e le loro calzature: le donne infatti comprerebbero moltissime scarpe dai tacchi vertiginosi per poi scegliere di non indossarli mai, o quasi (fra queste donne non sono contemplate le aliene capaci di portare i tacchi a spillo tutto il giorno come fossero infradito, ma questa è un’altra storia).

Galleria di immagini: Gaetano Perrone fw 1415

Capire perchè i trampoli non vengano indossati con scioltezza è persino banale (sono scomodi, fanno male ai piedi, non si riescono ad indossare con disinvoltura per più di qualche minuto a meno che non si rimanga costantemente sedute), quel che risulta meno chiaro è per quale arcano motivo le donne continuino a comprarli con una fiducia incondizionata e un temperamento cieco e irrazionale, pur sapendo di non usarli.

La logica vorrebbe un ragionamento limpido: se non indosserò mai (o quasi) quelle scarpe perchè mi fanno male e sono estremamente scomode già alla prima prova in negozio, perchè mai dovrei spenderci su dei soldi, a meno che non ne abbia così tanti da buttare da poter arredare decine di fantomatiche cabine armadio dei sogni?!? Ma, ahimè, questa faccenda è una di quelle che ci confermano quanto poco di logico e razionale ci sia in noi, soprattutto in determinati frangenti.

La psicologa Emma Kenny sostiene che la spiegazione di tale illogico comportamento stia nel fatto che comprare scarpe con tacchi alti ci inietterebbe una dose di sicurezza nelle vene senza eguali. In pratica il semplice possedere un tacco 12 aumenterebbe la nostra autostima, tanto da farci sentire a nostro agio anche dentro un paio di ballerine. Cioè basta avere i tacchi dentro l’armadio perchè possano curarci manco fossero terapisti nascosti nel guardaroba?!?

Ebbene, tutto questo mi appare ancora più illogico di prima. Tuttavia smetto di farmi domande, perchè so bene quanto la psicologia femminile sia complessa, stramba e così profonda da risultare insondabile a volte anche alle donne stesse. Dico solo una cosa: se nemmeno noi riusciamo a capire i ragionamenti contorti del nostro fragile essere, come possiamo pretendere che lo facciano gli uomini, abituati a una semplicità disarmante?!? Compriamo le nostre inutili scarpe, ma per carità cerchiamo comprensione altrove, magari proprio nel nostro guardaroba: potrebbe essere lui l’unico maschio in grado di capirci davvero!

photo credit: pasotraspaso via photopin cc