Sono serviti i rigori, ma il Setterosa ha conquistato la qualificazione per le semifinali dei Mondiali di nuoto che si stanno svolgendo a Shanghai. Le azzurre hanno così eliminato la favorita Australia superata per 14 a 12 dopo che né i tempi regolamentari, finiti 8 a 8, né i supplementari, conclusisi sul punteggio di 9 a 9, erano bastati a decretare chi tra le due avrebbe affrontato la Grecia mercoledì prossimo per una partita che potrebbe valere quantomeno l’argento.

E proprio il secondo gradino del podio è il risultato che vide per l’ultima volta l’Italia della pallanuoto arrivare a conquistare una medaglia, successe ai Mondiali di Barcellona del 2003, ma da allora, il Setterosa ha regalato ai tifosi azzurri molte delusioni, vivendo un periodo di appannamento in cui sembrava impossibile riuscire a ricostruire un gruppo affiatato e vincente.

La vittoria contro l’Australia potrebbe quindi servire a dare alle giocatrici la piena consapevolezza dei propri mezzi, senza però distogliere la concentrazione dall’obiettivo, anche perché, come ha dichiarato il commissario tecnico Fabio Conti:

“Siamo solo al 50 per cento delle potenzialità, il pregio di queste ragazze è il cuore: meritano rispetto soprattutto da chi non glielo ha portato per mesi. Il segreto è la serenità che in sei mesi abbiamo costruito, qualche cannonata addosso ci ha fatto bene visto come hanno reagito. E c’è stato anche un arbitraggio molto maschile, le mani addosso ci penalizzano”.

E per un Setterosa che sembra aver ancora tantissimo da dare, c’è una Federica Pellegrini che, dopo l’oro conquistato nei 400 metri stile libero, è tornata in vasca per mettersi alla prova nei 200 ottenendo un secondo posto in batteria con un tempo di sull’1’56”87, che la pone a 21 centesimi dall’americana Allison Schmitt.

In ambito maschile va invece segnalata la medaglia d’argento conquistata ieri da Fabio Scozzoli nella finale dei 100 rana, a cui si aggiunge il decimo tempo fatto segnare oggi nella batteria dei 50 rana, mentre è stato escluso dalla finale degli 800 stile libero Samuel Pizzetti, fuori dai giochi a causa del nono posto ottenuto con il tempo di 7’51”59.