Gli Azzurri della Nazionale di calcio italiana sono già ben sistemati in Sudafrica, e si allenano dopo il pareggio con il Paraguay, ma saranno soli o le loro fidanzate e mogli, le cosiddette “wags“, saranno in terra africana a supportarli?

Non tutte sono presenti all’appello in Sudafrica: chi per lavoro, chi per motivi familiari, alcune sono rimaste in terra nostrana e seguiranno i loro campioni e amati calciatori dai divani delle loro abitazioni.

In un’intervista rilasciata al settimanale “TV, Sorrisi e Canzoni”, le mogli più famose d’Italia si lanciano in varie dichiarazioni, spaventate dalle condizioni non stabili del continente Africano:

Troppa tensione, troppa preoccupazione per i pericoli di cui si sente parlare.

Così Alice Bregoli, moglie di Alberto Gilardino, Roberta Sinopoli, moglie di Claudio Marchisio, Cristina De Pin, compagna di Riccardo Montolivo, Pamela Chiccoli, moglie di Mimmo Criscito, e Alena Seredova, compagna di Gianluigi Buffon, non siederanno sugli spalti degli stadi sudafricani. In particolare, la Seredova ha così dichiarato:

Ma come si fa a organizzare un Mondiale in un posto così pericoloso? Ho scelto di non andare ma sono comunque preoccupata per Gigi. […] Andrò, solo io, senza bambini, se l’Italia dovesse superare il primo girone. Non faccio il biglietto fino a quando non sono certa di partire.

Altre, invece, hanno seguito i loro amati, come ad esempio la signora Cannavaro, Daniela Arenoso:

Questo è il mio quarto Mondiale, ma sarà lo stesso un evento speciale, perché è l’ultimo per Fabio, che ormai ha 36 anni. Quest’anno per noi è stato difficile, Fabio ha avuto contro i suoi tifosi per un’intera stagione. E non è facile giocare quando quelli che dovrebbero sostenerti sono i primi a beccarti. Vedrete che farà un grande Mondiale: ci tiene a uscire bene di scena.