Non avrò più figli, non farò più foto nuda, i personaggi al cinema cambieranno. Ci saranno più mamme, più zie, più nonne e meno donne che faranno perdere la testa agli uomini.

Monica Bellucci, l’incantevole italiana famosa in tutto il mondo come attrice e modella, si rende conto di non essere più una ragazzina a cui piace giocare con la moda. A 46 anni, la bellissima mamma delle due bambine Léonie e Deva, saluta la giovinezza, dichiarandosi però tutt’altro che dispiaciuta. Come una donna matura e consapevole di ciò a cui va incontro, dice di non avere nessun rimpianto e considera il suo ultimo film, “Manuale d’amore 3” come una fine ma anche un nuovo inizio:

È come se segnasse la fine di un periodo della mia vita, un periodo che non tornerà ma che saluto senza rimpianti. Ho avuto così tante belle cose in questi anni. Lavoro, incontri, viaggi, l’amore, le mie figlie. Posso dire addio alla giovinezza senza dolore. Si chiude questo libro e si apre un altro capitolo.

Vanity Fair intervista Monica alla vigilia dell’uscita di un libro fotografico chiamato semplicemente “Monica Bellucci“, in cui sono presenti molti scatti realizzati durante la sua intera carriera per le più prestigiose case di moda e non solo. Inoltre, il 23 novembre l’attrice riceverà dalla Presidenza della Repubblica il Premio De Sica.

In questo periodo di cambiamento della sua vita, Monica si descrive in questo modo:

Sono come una pera matura. Perfettamente matura. Dolcissima e succulenta. Una specie di stato di grazia. La pera matura, prima o poi, cade, lo so. Marcisce pure. E non è una bella prospettiva. Ma ci penserò più avanti.

L’intervista completa sarà disponibile sul numero di Vanity Fair in uscita domani.