L’incubo è finito: lo stalker che da anni perseguitava Monica Leofreddi è stato condannato ad un anno e sei mesi di reclusione. Trattasi di Goffredo Imperiali di Francavilla, 50enne residente a Terracina che nutriva per la nota presentatrice televisiva una vera e propria ossessione.

L’uomo, secondo quanto verificato nel corso del processo, seguiva la Leofreddi ovunque, arrivando a spacciarsi per il suo commercialista per richiedere informazioni sui suoi dati bancari, a commercianti ed abitanti del quartiere in cui risiede per conoscere ogni suo movimento, addirittura a chiedere anche il riconoscimento di paternità del figlio della donna.

La Leofreddi a causa della follia di quest’uomo ha dovuto ripetutamente cambiare abitudini e residenze: “Lui conosce ogni movimento della mia vita – ha detto in lacrime – è come uno squalo che mi gira intorno. Anche nei giorni scorsi, dopo l’ultima udienza in tribunale, mia madre ha detto di averlo visto in zona. Mi perseguita in modo molto lucido, la sua è una presenza costante“. La conduttrice spera “che questa sentenza sia l’inizio della fine di una vicenda drammatica“.

Goffredo Imperiali si è dichiarato colpevole e nei suoi confronti il giudice monocratico di Roma Angelo Giannetti ha disposto anche il pagamento di una provvisionale, immediatamente esecutiva, di ventimila euro, oltre a un risarcimento dei danni da definire in sede civile (attenzione a Facebook, terreno fertile per gli stalker).