Gli ottanta anni di una diva sono sempre una ricorrenza importante. Soprattutto se si tratta di Monica Vitti, indimenticabile interprete ormai lontana dalle scene, che domani festeggia il suo genetliaco. Sexy, ironica, verace ma al tempo stesso elegante, mentre nella scena di un suo celebre film ordinava al ristorante pizza prosciutto e fichi.

Per questa ricorrenza, il Festival Internazionale del Cinema di Roma, all’auditorium Parco della Musica, ha organizzato una mostra fotografica, con la proiezione di alcuni suoi film e la presentazione di un libro. Mancherà la Vitti, che ormai vive ritirata dal suo ultimo lavoro da regista nel 1990, il film “Scandalo segreto”.

Galleria di immagini: Monica Vitti

Nata nel 1931, Maria Luisa Ceciarelli, questo il suo vero nome, fu portata al successo dal regista Michelangelo Antonioni, con cui ebbe una relazione per ben dieci anni. E con cui girò film come “L’avventura”, “La notte”, “L’eclisse” e “Deserto rosso”.

Spalla indimenticata di altri attori, la Vitti si pose come una vera e propria alternativa femminile dotata di bellezza, quella delle sue folte lentiggini mai invadenti, e di intelligenza, oltre che di carattere, quasi un’attrice d’Oltreoceano. Tra i suoi film più celebri “Ninì Tirabusciò, la donna che inventò la mossa”, “La ragazza con la pistola” di Mario Monicelli e “Polvere di stelle”, in cui recitava accanto ad Alberto Sordi e di cui vediamo alcune scene più in basso.

Tutti la ricordano con delle sue emblematiche parole:

«Ho lavorato sempre, tutta la vita, onesta con gli altri, ho fatto tanto ridere, che è il mio orgoglio. Avrò commesso degli errori. Ma oggi, a quest’ora, dove ho sbagliato e con chi? Perché sono così stanca da non farcela ad andare avanti?»

Fonte: Tgcom.