Marco Castoldi, in arte Morgan, ha dichiarato che non guarda mai la TV. In un’intervista a “Grazia”, il giudice di X Factor è stato molto chiaro:

Non sopporto il vuoto di pensiero. L’appiattimento. Come quello della TV. Infatti non la guardo. La TV propone i soliti modelli, non si osa mai niente per paura che possa non piacere. Ma la gente è più intelligente di quanto si pensi ed è anche un po’ stufa del pattume.

Morgan è amatissimo dal pubblico per il suo comportamento tipico degli artisti: dice sempre ciò che pensa e condisce tutto con una puntina di “follia”.

E come fare a tener testa a due ossi duri come Mara Maionchi e la sua nuova “nemesi” Claudia Mori?

Come sto in mezzo a Claudia Mori e Mara Maionchi? Devo ancora capirlo. Non so dire oggi come mi comporterò domani. Non decido a priori, mi baso su quello che succede in diretta.

C’è chi afferma che i cantanti del giudice Morgan vivano di “luce riflessa” e vengano votati semplicemente come apprezzamento verso il lavoro svolto dal cantante dei Bluvertigo. Ciononostante, Morgan ci tiene moltissimo alla cultura musicale della sua “scuderia” di talenti:

Come si fa a voler fare un mestiere senza una cultura di base? Non conoscere certi autori e certi brani è come non sapere chi è Dante!

Infine, Morgan confida al giornale qual è il suo sogno “televisivo” nel cassetto:

Farei un programma che collega la musica rock a quella classica.

Qualora l’idea andasse in porto si creerebbe un bellissimo “precedente” in TV, e se riuscisse ad ottenere il successo che ha ottenuto finora “X Factor” sarebbe davvero un ottimo programma televisivo.