Il mormonismo, la cui componente maggioritaria è la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, è una confessione religiosa cristiana, con fondamenta che risalgono al 1830. Tra i numerosi credi dei mormoni, vige il divieto per gli uomini di guardare materiale pornografico, compresi nudi artistici.

Ma un ragazzo seguace di questa corrente ha trovato il modo di aggirare la proibizione senza infrangerla: il bubbling. Tecnica creativa applicabile tramite Photoshop, che consiste in una sorta di trama colorata fatta a cerchi da applicare su fotografie di ragazze in bikini, in modo da avvicinarsi a un effetto nudo e immaginare il corpo femminile senza veli.

L’idea dell’ingegnoso ragazzo è stata resa nota al pubblico per la prima volta su un forum di body building, dove ha riscosso grande successo non solo tra i mormoni ma tra gli uomini in generale, indipendentemente dalla propria religione, prendendo piede così velocemente da fare il giro del mondo in pochi giorni. Tale categoria di fotografie ritoccate attraverso il bubbling è stata rinominata come “Mormon Porn“. A questo proposito il giovane dichiara:

Essendo mormone, non posso guardare materiale pornografico o nudi. Dovevo inventare qualcosa, per questo ho creato il “bubbling”.

Un’invenzione che per la società non ha alcuna utilità, ma può magari far contento qualcuno senza dover subire le conseguenze di un oltraggio morale.