Dopo la coppia Jennifer Lawrence – Darren Aronofsky, è stata la volta dei coniugi Javier Bardem – Penelope Cruz sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2017. L’attore spagnolo è arrivato al Lido martedì 5 settembre per presentare Mother!, ma ha fatto doppietta ieri, mercoledì 6 settembre, presentando fuori concorso Loving Pablo, in cui recita a fianco alla moglie Penelope.

L’attrice spagnola è arrivata alla 74° Mostra del Cinema di Venezia insieme al marito sfoggiando un abito longuette in pizzo celeste, con maniche ampie e ricami floristici colorati di Temperley London, mentre Javier Bardem ha optato per una camicia rosa e jeans. La coppia, sposata dal 2010, ha poi incantato nuovamente tutti in occasione del red carpet serale. Questa volta, Penelope Cruz ha indossato un vestito lungo bianco con spacco laterale, gonna in piume e corsetto decorato, che ha abbinato a sandali con il tacco argentati, pendenti e uno chignon alto. L’attore, invece, ha puntato su uno smoking classico blu con rifiniture argentate.

Loving Pablo, il film di cui Penelope Cruz e Javier Bardem sono protagonisti, racconta la storia della giornalista colombiana Virginia Vallejo e del suo amore per Pablo Escobar, il famoso e terribile narcotrafficante colombiano a capo del cartello di Medellin. Fu la stessa Vallejo, abbandonata da Escobar, a denunciarlo alla Dea contribuendo alla sua individuazione.

Galleria di immagini: Mostra del cinema di Venezia 2017, le foto dei look

L’attore, che interpreta Escobar, ha più volte rifiutato di interpretare questo ruolo, ma questa volta è stato convinto dalla sceneggiatura e dal punto di vista raccontato. “Una delle cose che mi interessava come attore era entrare nella testa di quest’uomo: un padre amoroso capace di compiere tanto orrore nei confronti di altri padri, madri e figli. Volevo che emergesse questa contraddizione, Escobar come pure Hitler non è un extraterrestre venuto sul nostro pianeta con una navicella spaziale, è un ragazzino di umili origini che diventando l’uomo più potente della Colombia si è fatto mostro. E nel momento in cui l’essere umano diventa mostro, ci parla anche di noi stessi”, ha detto Javier Bardem a Repubblica.